Freno alle bollette pazze

Abbanoa, nuove regole: fatture semestrali e più elasticità

CAGLIARI. Modifiche alla Carta del servizio idrico integrato – concordate fra Abbanoa, gestione commissariale dell’Ato e associazioni dei consumatori – dovrebbero tutelare da subito gli utenti, limitando il fenomeno delle bollette “pazze” dell’acqua.

Saranno emesse due fatture semestrali, ognuna pagabile in tre rate, calcolate in base ai consumi rilevati da Abbanoa dopo due cicli di letture eseguite sul campo.

Il gestore idrico dovrà comunicare ai Comuni il programma con le date certe in cui le letture saranno effettuate e le fatture emesse.

Sono stati fissati anche i criteri per definire le scadenze dei pagamenti rateali e per l’opzione in un’unica soluzione.

Quanto ai consumi anomali, è stata introdotta una novita: se quelli registrati risultassero superiori di tre volte rispetto allo storico, la fattura sarà considerata anomala e sottoposta a verifica. Sino a conclusione dell’istruttoria, l’utente dovrà pagare, a titolo di acconto, solo l’importo valutato in base alla media dei consumi storici registrati. Abbanoa comunicherà tempestivamente al titolare del contratto gli eventuali consumi anomali registrati.

Le modifiche da apportare alla Carta del servizio idrico integrato sono state concordate a seguito delle consultazioni periodiche con le associazioni dei consumatori, al fine di migliorare i servizi. La deliberazione commissariale numero 19 del 9 luglio scorso ha definito il primo aggiornamento della Carta.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes