Lunedì a Sassari convegno sulla criminalità

SASSARI. In occasione dei dieci anni di ricerca sulla criminalità in Sardegna del Centro studi urbani dell’Università, lunedì 1° dicembre dalle 9,30 alle 13,30 nell’aula magna del rettorato si...

SASSARI. In occasione dei dieci anni di ricerca sulla criminalità in Sardegna del Centro studi urbani dell’Università, lunedì 1° dicembre dalle 9,30 alle 13,30 nell’aula magna del rettorato si terrà il convegno “Criminalità in Sardegna. Dai sequestri di persona ai sequestri di cannabis”. Dopo i saluti del rettore Massimo Carpinelli, i lavori saranno introdotti da Antonietta Mazzette, direttrice del Dipartimento di Scienze olitiche, Scienze della comunicazione e Ingegneria dell'informazione dell’Università di Sassari. I dati emersi dalla ricerca dell'Osservatorio sociale sulla criminalità saranno illustrati da Daniele Pulino e da Sara Spanu. Alle 10,30 si aprirà una tavola rotonda con: Pasquale Errico, questore di Sassari; Francesco Angelo Di Ruberto, questore di Oristano; Pierluigi D'Angelo, questore di Nuoro; Giovanni Meloni, giurista; Giovanni Caria, sostituto procuratore della Repubblica; Giovanni Pierett, sociologo all’Università di Bologna eppresidente di ComunItalia; Patrizia Patrizi, psicologa all’ Università di Sassari; Giacomo Mameli,giornalista, Conclude Camillo Tidore, sociologo, dell’Università di Sassari. Presiede e coordina il convegno, Antonello Cabras,| presidente Fondazione Banco di Sardegna.

Il rapprto che sarà presentato lunedì è il quarto prodotto dal Centro di studi urbani dell’Università di Sassari attraverso l’Osservatorio sociale sulla criminalità. Un lavoro prezioso, che nel corso degli anni ha documentato gli sviluppi di un fenomeno che ha articolazioni differenti a seconda delle diverse zone dell’isola e, nello stesso tempo, alcuni elementi comuni all’intera regione. Dal convegno potranno emergere altri interessanti spunti di valutazione e utili indicazioni operative.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes