Elezioni comunali in Sardegna: crolla il M5s, male il Pd, il centrodestra non sfonda

Nuoro, Quartu e Porto Torres al ballottaggio: sarà sfida tra civici e Lega-Psd’Az

SASSARI. Cinque anni fa il centrodestra evaporò e il centrosinistra vide crollare le sue roccaforti. Fu la vittoria dei 5 stelle che conquistarono Porto Torres e del civismo abbinato al sardismo che strappò Nuoro al Pd. Cinque anni dopo il primo turno di questa tornata elettorale non laurea ancora un vincitore. Per incoronare il trionfatore, o i trionfatori, delle amministrative 2020 bisogna attendere l’8 e 9 novembre, quando al ballottaggio saranno scelti i nuovi sindaci di Nuoro, Quartu e Porto Torres. Ma di sicuro c’è già uno sconfitto. È il Movimento 5 stelle che arriva in coda in tutti i principali Comuni. Così a Nuoro, così a Quartu, ma così soprattutto a Porto Torres, dove l’esperienza amministrativa di Sean Wheeler, il secondo sindaco grillino a conquistare un Comune sardo - tra l’altro con percentuali bulgare - è stata sonoramente bocciata dagli elettori. Ma anche il Pd deve essere annoverato tra gli sconfitti di questo primo turno.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes