Aeroporto Costa Smeralda, un inverno per resistere

Nello scalo di Olbia la Geasar si affida a Volotea ed easyJet. Solo traffico nazionale a causa della pandemia

OLBIA. Con un post su Facebook la nuova Geasar targata F2i ha abbattuto la cortina di ferro imposta dal Covid sul trasporto aereo. Lo ha fatto annunciando la Winter 2020-2021, la stagione invernale con i collegamenti dell’aeroporto Costa Smeralda per gli scali della Penisola. Le destinazioni saranno Bergamo, Torino, Bologna, Verona e Napoli. Oltre ai collegamenti di easyJet per Milano-Malpensa. Rispetto ai fuochi d’artificio estivi, già in condizioni normali, una programmazione in tono minore. Che davanti alla crisi del trasporto aereo determinata dalla pandemia diventa, però, condizione di sopravvivenza.

Le rotte. Saranno Volotea ed easyJet a garantire il ponte tra la Sardegna e la Penisola, con un occhio privilegiato all’incoming (il turismo in entrata), restrizioni da Covid permettendo. Si punta su tariffe concorrenziali e, oltre ai sardi che vorranno tornare nell’isola per le festività natalizie, su turisti nazionali che vogliano trovare in Sardegna un approdo ideale per trascorrere qualche giorno di vacanza. Si parte da Bergamo: Volotea collegherà Olbia con un volo settimanale dal 5 al 20 dicembre. Dal 21 dicembre al 27 dicembre tre collegamenti settimanali, in coincidenza con le feste di Natale. Dal 28 al 3 gennaio un solo collegamento, per tornare a tre dal 4 al 10 gennaio. Poi l’interruzione del collegamento fino al 4 marzo, con due voli settimanali fino al 24 dello stesso mese, nel quale ripartirà la programmazione estiva.

Lo stop. A parte i voli in regime di continuità territoriale con Roma-Fiumicino e Milano-Linate, tutti i collegamenti riprenderanno dai primi giorni del mese di dicembre e saranno disponibili con una frequenza a settimana, che diventeranno tre nelle settimane delle festività. Poi lo stop da gennaio ai primi giorni di marzo. Dopo l’Epifania, per circa due mesi, l’aeroporto di Olbia tornerà a poter contare solo sui collegamenti di easyJet per Milano Malpensa e Volotea per Verona, il giovedì e la domenica.

Volotea. Oltre alla destinazione annuale con Verona, l’offerta Volotea per la Winter 2020/2021 prevede collegamenti alla volta di Bologna, Napoli e Torino nel mese di dicembre. Dai primi giorni del mese, infatti, saranno disponibili con una frequenza settimanale: diventeranno poi tre nella settimana a cavallo di Natale. Le compagnie low cost che, in attesa del possibile sbarco di Ryanair, volano su Olbia, quindi, modulano la loro offerta invernale puntando sui collegamenti legati alle festività natalizie. Per il capodanno, invece, ci saranno al massimo due collegamenti settimanali (Verona, Torino, Bologna) da parte di Volotea, mentre resta easyJet su Malpensa a garantire sei voli nella settimana tra il 28 dicembre e il 3 gennaio.

Solo Italia. Ovviamente la pandemia ha azzerato qualsiasi opzione per i collegamenti internazionali. Non ci sono certezze, tra blocchi sanitari e aerei a terra. Il traffico, quello che ci sarà, parlerà solo italiano. A conferma di come il Covid-19 abbia segnato in rosso la voce degli arrivi dei turisti stranieri su Olbia. Il primo aeroporto internazionale della Sardegna, quasi tre milioni di passeggeri nel 2019, ha perso segmenti di mercato a causa della pandemia. Lo scorso mese di settembre sono atterrati all’aeroporto di Olbia 194.547 passeggeri, il meno 52% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. La perdita più consistente è stata quella dei passeggeri internazionali: - 66%. Erano stati 235 mila nel 2019 e sono scesi a meno di 80 mila quest’anno. Nei mesi di giugno, luglio ed agosto il Costa Smeralda aveva già perso quasi un milione di passeggeri (991.513), con un calo di quasi il 60% rispetto all’anno precedente.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes