La Nuova Sardegna

Nomine, ecco i commissari della sanità sarda

La sede dell'Ats in piazza Fiume a Sassari
La sede dell'Ats in piazza Fiume a Sassari

La responsabile dell'Areus suggerita dalla Lega è l'ex commissaria della Asl di Cosenza. Confermati Temussi, Spano e Sorrentino

31 dicembre 2020
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Il 2020 si chiude con le nomine dei nuovi commissari degli organismi sanitari della Sardegna che resteranno in carica fino al giugno 2021. Massimo Temussi è stato confermato commissario straordinario dell'Ares, l'azienda sanitaria regionale. Conferme anche per il commissario dell'azienda ospedaliero universitaria di Sassari, l'Aou, Antonio Lorenzo Spano, e per il collega dell'Aou di Cagliari, Giorgio Sorrentino.

All'Areus, agenzia regionale per le emergenze urgenze della Sardegna, su suggerimento della Lega è stata chiamata la veneta Cinzia Bettelini Simonetta, già commissaria straordinaria della Asl di Cosenza.

Per la Asl 1 la scelta è ricaduta su Flavio Sensi attuale direttore Assl di Sassari, indicato da Fdi. Asl 2 Gallura Francesco Logias direttore della Nefrologia all'ospedale San Francesco di Nuoro (Riformatori-Fi). Alla Asl 3 di Nuoro Gesuina Cherchi responsabile del coordinamento Usca di Nuoro (Psd'az). Asl 4 Ogliastra: Ugo Stocchino, igienista, dirigente dell'Ats di Lanusei (Lega). Alla Asl 5 Oristano ecco Francesco Cossu dirigente di struttura complessa al San Martino di Nuoro (indicato da Fi). Per la Asl 6 Medio Campidano è stato scelto Alessandro Baccoli, dirigente dell'ospedale di Ghilarza (anch'egli Fi). Asl 7 Sulcis: Gianfranco Casu, ex commissario Laore (in quota Udc). Alla Asl 8 di Cagliari commissario è stato nominato Bruno Simola ex dirigente amministrativo del Brotzu e già manager Ats (Udc).

Per l'agenzia agricola Laore commissario è stato nominato Mimmo Solina ex dirigente del Comune di Cagliari, il suggerimento arriva dal Psd'az

In Primo Piano
Lo choc

Sassari, maxi bolletta da mezzo milione: Abbanoa pignora i conti correnti

di Davide Pinna

Video

Pale eoliche in partenza da Oristano per Villacidro: manifestanti cercano di fermare il trasporto

Le nostre iniziative