La Nuova Sardegna

Uniss
Uniss

Università di Sassari, fra tradizione e progresso

di Salvatore Santoni
Università di Sassari, fra tradizione e progresso

I dieci dipartimenti offrono tutte le opportunità possibili

30 gennaio 2023
4 MINUTI DI LETTURA





C’è qualcosa di affascinante nell’equilibrio tra la modernità e la tradizione che si respira all’Università di Sassari. È una realtà che si evolve e si adatta continuamente, un’istituzione lungimirante che sa guardare al futuro senza dimenticare le sue radici. È una scelta appetibile per chi vuole formarsi e guardare al futuro, un’opportunità unica di esplorare orizzonti possibili e concreti. L’offerta formativa è variegata, con 34 corsi di laurea triennali, 22 magistrali e 6 magistrali a ciclo unico, 7 internazionali. Le attività vengono svolte in 10 dipartimenti.

Agraria È l’unico dipartimento presente in tutta l’isola e la sua storia, iniziata come facoltà, risale al 1946. Attualmente sono 4 i corsi di laurea triennale attivi e 4 i percorsi di laurea magistrale. Le strutture didattiche contano aule informatiche e multimediali per videoconferenze, esami e lezioni di lingue straniere. Inoltre, è presente una biblioteca ben fornita, a disposizione degli studenti. I corsi sono disponibili anche in altre sedi sparse nell’isola.

Architettura, design e urbanistica Il dipartimento ha sede ad Alghero. Il progetto formativo si fonda su laboratori bimestrali o quadrimestrali, secondo il principio “imparare facendo”. I piani di studio sono quindi orientati al progetto già dal primo anno, per poter applicare direttamente quanto appreso nelle sezioni teoriche dei corsi.

Scienze chimiche, fisiche, matematiche e naturali Si occupa di formazione e di ricerca scientifica fondamentale e applicata in svariate aree della chimica e della farmaceutica. È stato istituito nel 2012 in seguito alla riorganizzazione dell’ateneo. Le tematiche che caratterizzano l’attività di ricerca spaziano in diversi ambiti riconducibili ai settori Chimici (analitico, farmaceutico, farmaceutico tecnologico applicativo, fisico, generale e inorganico, industriale, organico), biologici (biochimico, biologico farmaceutico, farmacologico) e al settore di fisica applicata.

Giurisprudenza Il dipartimento di Giurisprudenza, ideale prosecuzione del nucleo originario dell’università sassarese e della sua prestigiosa Facoltà, propone una ricca e articolata offerta formativa e si pone come punto di riferimento per le istanze di legalità e giustizia del territorio. Nel secondo dopoguerra è stato caratterizzato dall’importante figura di Antonio Pigliaru, docente di dottrina dello stato. Figuravano come docenti due Presidenti della Repubblica, Antonio Segni e Francesco Cossiga, e tre presidenti della Corte costituzionale (Valerio Onida, Gustavo Zagrebelsky, Ugo De Siervo) un ministro della funzione pubblica (Franco Bassanini), un ministro dell’università e della pubblica istruzione (Luigi Berlinguer).

Medicina veterinaria Il dipartimento ha mantenuto la denominazione della storica Facoltà. Vanta una storia antica e, ancora oggi, è unico in Sardegna. Dalla sua origine è profondamente legato alle tradizioni dell’allevamento e alle caratteristiche produttive dell’isola. Il dipartimento è situato in un ampio spazio verde a disposizione degli studenti, all’interno di un campus ben servito dai mezzi pubblici e a pochi minuti a piedi dal centro cittadino.

Scienze biomediche Il dipartimento di Scienze biomediche è stato istituito nel 2012 e svolge attività di ricerca scientifica fondamentale e applicata, didattica e formazione universitaria nonché assistenza sanitaria.

Scienze economiche e aziendali Il dipartimento risponde alla domanda di formazione avanzata e di ricerca scientifica che proviene dalla realtà socio-economica e dal sistema produttivo. È impegnato a formare laureati e giovani studiosi, per contribuire alla diffusione della conoscenza superiore e al progresso culturale ed economico del territorio.

Medicina, chirurgia e farmacia Sviluppa valorizza e diffonde le conoscenze scientifiche provenienti dalla ricerca sia sperimentale che clinica. Le discipline cliniche sono attive sia in ambito internistico che chirurgico. Nel dipartimento sono rappresentate competenze nelle discipline di fisiologia umana, chirurgia generale, chirurgia plastica, patologia generale e fisiopatologia, farmacologia, anatomia patologica, anestesiologica, medicina interna, ginecologia e ostetrica, urologia, gastroenterologia, immunologia, reumatologia, endocrinologia, odontoiatria, otorinolaringoiatria, oculistica, igiene e medicina preventiva, neurologia, psichiatria, pediatria, neuropsichiatria infantile, radiologia, medicina nucleare, cardiologia.

Scienze umanistiche e sociali Nato dalla parziale fusione della Facoltà di Lingue e letterature straniere con quella di Lettere e filosofia, il dipartimento di Scienze umanistiche prevede grande attenzione verso le nuove tecnologie di comunicazione. Grazie all’insegnamento delle lingue straniere, dei relativi contesti culturali e delle varie discipline umanistiche e sociali, i laureati acquisiscono diversi livelli di competenza che li rendono idonei a operare in contesti multietnici, multiculturali, sociali e umanistici in genere.

Storia, scienze dell'uomo e della formazione È una struttura articolata che offre agli iscritti la possibilità di scegliere il percorso formativo più adatto alle proprie attitudini personali e agli obiettivi professionali. I punti di forza sono tanti. Uno tra tutti: una didattica innovativa sia nell’ambito dei Beni culturali, sia in quello delle Scienze filosofiche, storiche e letterarie, grazie alla possibilità di partecipare ad attività di scavo archeologico e ad attività di laboratorio, avvalendosi dell’impiego di tecnologie scientifiche e didattiche di prim’ordine.

In Primo Piano
Il caso

Siccità, sale la tensione nell'isola: ora si spara

di Sergio Secci
Le nostre iniziative