La Nuova Sardegna

Arcipelago Sardegna
Arcipelago Sardegna

“Un filo nel vento” viaggia con gli emigrati a Torino e Milano

“Un filo nel vento” viaggia con gli emigrati a Torino e Milano

Doppio appuntamento per il libro di Roberta Sale. Venti storie di donne interpretate da altrettante illustratrici

18 maggio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Torino-Milano Doppio appuntamento questo weekend per “Un filo nel vento. Storie di donne”, il libro di Roberta Sale pubblicato dalla Poliedro, costola e collana della casa editrice nuorese Ilisso. Un progetto editoriale sperimentale che interseca più linguaggi espressivi, che racconta venti storie femminili di altrettante eroine in un lungo viaggio che parte dal mito, attraversa la letteratura e approda ai giorni d’oggi.

Il volume verrà presentato domani sera, venerdì 19 maggio 2023, alle ore 18,30 al Salone internazionale del libro di Torino. Ne parleranno la stessa autrice e Rita Danila Murgia, coordinatrice nazionale del Gruppo Donne Fasi, Federazione delle associazioni sarde in Italia, nonché presidente del Circolo dei sardi “Gennargentu” di Nichelino.

Dopodomani, invece, sabato 20 maggio 2023, “Un filo nel vento” sarà presentato anche a Milano, nella sede del Cscs, Centro sociale culturale sardo, in piazzale Santorre di Santarosa. L’appuntamento è per le 17,30. A dialogare con Roberta Sale saranno Pasqualina Deriu, poetessa e saggista, Concetta Brigadeci, già presidente dell’Unione femminile, e Mariantonietta Antelli, docente dell’Università delle Donne.

Ciascun personaggio raccontato nel libro da Roberta Sale è figurativamente interpretato da un’illustratrice. Venti artiste attraverso il loro segno danno fattezze, dunque, alle venti protagoniste così da comporre una rappresentazione visiva, emotiva e collettiva di condivisione. Tutte tengono in mano lo stesso filo che brilla nel vento e contribuiscono a renderlo resistente e lo tessono in rimandi infiniti.

Queste le illustratrici e le donne raccontate: Lilliana Comes per ARIANNA, Nicoletta Calvo per MEDEA, Berenice La Ruche per DAFNE, Giorgia Atzeni per EURIDICE, Pia Valentinis per IFIGENIA, Maria Francesca Melis per ELENA, Kiki Skipi per CASSANDRA, Alessandra Murgia per PENELOPE, Sara Bachmann (Le amiche di Freya) per ANTIGONE, Valentina Fadda per DIDONE, Annalisa Salis per BEATRICE, Claudia Piras per ANGELICA, Denil per CLORINDA, Daniela Spoto per ERMINIA, Fiabolarte per ARMIDA, Viola Vistosu Villani per LUCIA, Silvia Maxia per BUTTERFLY, La Fille Bertha per GRAZIA, Barbara Pala per MARIA e Sebastiana Mesina per GUENDALINA.

Un caleidoscopio di donne protese a rinascere le cui storie sono legate da un filo, testimone che viene passato di mano in mano in una time line senza tempo. (l.p.)

In Primo Piano
Strutture ricettive

Lotta al sommerso nel turismo: sul mercato tante offerte sospette

di Claudio Zoccheddu
Le nostre iniziative