La Nuova Sardegna

L'iniziativa

Pozzomaggiore, balconi e giardini fioriti per accogliere api e insetti

di Daniela Deriu
Pozzomaggiore, balconi e giardini fioriti per accogliere api e insetti

Pozzomaggiore Iniziativa del Comune per la difesa dell’ambiente. Un concorso aperto alla comunità premierà la migliore aiuola

23 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Pozzomaggiore L’allarme risuona da tempo ma è stato il Wwf a diffondere i dati più preoccupanti: il 40 per cento delle api e degli insetti impollinatori è a rischio di estinzione. Gli esempi che cercano di frenare un’ecatombe che avrebbe effetti disastrosi su scala mondiale sono diversi ma uno dei più originali è quello che arriva dal Logudoro, dove un Comune in particolare ha deciso di rispondere all’allarme con un’infiorata. Pozzomaggiore, infatti, presto avrà balconi ed ingressi delle case ornati o ricoperti di fiori. Sarà questo il regalo che gli abitanti faranno alle piccole api impollinatrici, sempre più essenziali per favorire la sopravvivenza degli ecosistemi. E chi teme di entrare in contatto con un pungiglione può tirare un grande sospiro di sollievo: le api impollinatrici non pungono.

L’iniziativa Lo scorso 20 maggio è stata celebrata la giornata mondiale dedicata alle api e, per l'occasione, l'amministrazione comunale ha organizzato il convegno “La Sapienza delle api” a cui hanno partecipato, insieme al sindaco Mariano Soro e al vice sindaco Lisa Mannu, l'assessore all'ambiente, Marco Porcu, il capo di gabinetto dell’assessorato all’Ambiente, Emanuele Beccu, il presidente della commissione regionale per le attività produttive, Piero Maieli, e l'Ente Foreste, intervenuto con la dottoressa Flavia Pudda e alcuni dei suoi collaboratori. L’evento ha avuto come teatro una sala decorata a tema dai bambini della scuola dell'infanzia e della scuola primaria. L’impegno degli studenti si è concretizzato in un’arnia costruita col cartone, e colorata dai bambini, che è stata posizionata al fianco di un’altra, meno colorata ma molto più reale, fornita da Forestas. Attraverso i vetri che la proteggevano dall’ambiente esterno, il pubblico, numerosissimo, ha potuto ammirare dal vivo la vita e l'operosità delle api.

Il convegno Dopo l’illustrazione della dottoressa Flavia Pudda, che ha presentato una relazione teorica e pratica sul mondo delle api, affrontando anche il tema dell'imprenditoria legata al settore e le sue problematiche, in cui è stata affiancata dall’apicoltore Franco Anedda. Poi, i rflettori si sono spostati sui piccoli protagonisti della giornata. Le insegnanti, infatti, hanno guidato i bambini nell'esposizione delle loro nozioni sulle api mentre i ragazzi del liceo scientifico di Pozzomaggiore hanno illustrato la ricerca “Api: educazione all'ambiente e alla società”.

La politica «Le api rappresentano un presidio fondamentale per la tutela e la tenuta dell’ecosistema: grazie alla loro attività di impollinazione, infatti, contribuiscono alla rinascita costante dell’ambiente naturale – dicice Marco Porcu, assessore regionale alla Difesa dell’ambiente – Per questo, dobbiamo far di tutto per tutelarle e per incrementarne il numero, anche perché rappresentano un importante campo di sviluppo economico, peraltro altamente sostenibile. E su questo aspetto la Regione investe, tramite l’assessorato all’agricoltura, importanti risorse per il settore apistico che si aggiungono all’attività istituzionale quotidiana dell’Agenzia Forestas».

Il convegno è solo l'inizio di un percorso e, dopo le parole, la comunità passerà ai fatti. Ognuno sarà chiamato a fare la sua piccola parte attraverso un concorso aperto a tutti per la più bella aiuola mellifera. Un’idea che favorirà l’ecosistema e aiuterà gli insetti impollinatori, essenziali per la riproduzione delle piante. Fiori colorati, dunque, ma anche piante aromatiche appositamente selezionate per attirare gli insetti impollinatori, tra cui le api sono sicuramente tra i più importanti per la salvaguardia della biodiversità. L'impollinazione di fiori e piante in giardini e orti domestici sarà estremamente importante ai fini della produttività. «Ovviamente – come ha sottolineato il sindaco Soro – questi fiori porteranno anche un notevole arricchimento ornamentale ai nostri giardini, ai balconi e agli orti».

In Primo Piano
Nel porto

Santa Teresa, nuovo stop per la Giraglia: raggiungere la Corsica è un’odissea

di Marco Bittau
Le nostre iniziative