La Nuova Sardegna

In pillole

Dal più votato al più anziano, cinque curiosità sul prossimo consiglio regionale

di Umberto Aime
Dal più votato al più anziano, cinque curiosità sul prossimo consiglio regionale

Elezioni: i numeri e la road map della assemblea. Le donne saranno dieci

20 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





La conta. Otto collegi divisi a metà
Alessandra Todde ha sbaragliato Paolo Truzzu a Cagliari (20827i voti di differenza), a Sassari (5317) e nel Medio Campidano (2938). Nel Sulcis, invece, ha prevalso di poco: 612 preferenze. Il candidato governatore del centrodestra ha vinto negli altri quattro collegi: Olbia-Tempio (12594 voti in più a suo favore), Oristano (8559), Nuoro (8559) e Ogliastra (1444). Però, tirate le somme, Alessandra Todde ha conquistato il primo posto grazie a 3061 voti in più conquistati alle Regionali.

Le preferenze. Dal più votato al meno votato
Dalla Corte d’appello è arrivata la conferma che Desirè Manca, consigliera regionale uscente dei Cinque Stelle, è stata la candidata più votata alle Regionali del 25 febbraio. Era in lista nel collegio di Sassari e, nel verbale, le sono state accreditate 8092 preferenze. Al secondo posto, Giuseppe Meloni del Pd, candidato in Gallura, con 6760. Al terzo, Antonio Piu dei RossoVerdi, collegio di Sassari, con 4976. Il meno votato, ma comunque eletto in Consiglio regionale grazie al premio di maggioranza e al calcolo dei resti è invece Ivan Pintus dei Progressisti, collegio di Nuoro, con 739.

Le consigliere. Saranno dieci con la presidente
Ancora una volta la parità di genere ha deluso le attese. Compresa Alessandra Todde, saranno appena dieci le consigliere regionali. Oltre alla neo presidente, i Cinque stelle hanno eletto Desirè Manca, alla seconda legislatura consecutiva, e l’esordiente Lara Serri. Due il Partito Democratico: Carla Fundoni e Camilla Soru, entrambe new entry. Sono due anche per Fratelli d’Italia: Francesca Maria Masala e Cristina Usai, che per pochi volti ha scavalcato Andrea Nieddu, ed entrambe sono esordienti. Una a testa per i RossoVerdi e l’Udc, con le riconfermate Maria Laura Orrù e Alice Aroni, e ancora una per Sinistra futura, con Paola Casula, sindaca di Guasila.

L’anagrafica. Il più anziano è un socialista
Carta di identità alla mano, il consigliere più anziano della XVII legislatura sarà Lorenzo Cozzolino del Psi, che a il 24 aprile compirà 68 anni. È alla sua seconda legislatura, dopo quella del 2014-2019 ma allora era stato eletto con il Partito Democratico sempre nel collegio di Cagliari. Per una cinquantina di giorni sarà lui a presiedere la seduta inaugurale, visto che Giuseppino Canu, Sinistra futura, è appena più giovane.

Le cariche in Consiglio. Subito l’elezione del presidente
Come da regolamento, nella prima seduta del Consiglio regionale i partiti dovranno eleggere il presidente dell’aula. Nei primi turni è necessaria una maggioranza robusta, poi via via il quorum scende. Nella XVI legislatura, per l’elezione di Michele Pais della Lega furono necessarie quattro votazioni. Secondo gli archivi, chi sarà eletto dopo Pasqua sarà il ventisettesimo presidente del Consiglio regionale della Sardegna.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative