La Nuova Sardegna

Crisi idrica

Siccità, Silvio Lai contro il governo: «Ignorata l’emergenza»

Siccità, Silvio Lai contro il governo: «Ignorata l’emergenza»

Il deputato dem: «Per l’isola servono misure straordinarie»

24 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «C’è un’emergenza idrica nazionale e il ministero dell’Agricoltura si balocca con premi improbabili e nuove assunzioni nei gabinetti. Lo stanziamento da 400 milioni, annunciato dal Governo dopo la dichiarazione di emergenza idrica nazionale in Sicilia, è insufficiente e trascura la condizione delle altre regioni tra cui la Sardegna. Denunciamo da tempo in Parlamento il grave ritardo (se non l’assenza) del Governo sulla siccità, per contrastare la quale occorre un piano straordinario, quello già annunciato entro giugno dallo stesso commissario Dell’Acqua il 22 di marzo, dopo la Cabina di regia per la crisi idrica del 19 marzo.

Non c’è più tempo da perdere: sono urgenti le risposte all’intero comparto agricolo», dice il deputato del Pd in commissione bilancio, Silvio Lai. «Servono misure straordinarie, ma nella mia commissione non c’è traccia, e interventi mirati. Tra questi, l’erogazione di aiuti economici straordinari per compensare le perdite degli agricoltori, misure di sostegno per la gestione idrica e l’accelerazione delle procedure per l’ottenimento di autorizzazioni e finanziamenti per interventi di efficientamento idrico e irrigazione».

In Sardegna «solo qualche mese fa gli esponenti della Giunta di centrodestra esultavano perché le dighe erano piene e ora siamo con le campagna allo stremo e restrizioni idriche che genereranno danni economici gravissimi sino al 50-70% delle produzioni secondo gli imprenditori agricoli – prosegue Lai –. In realtà i 5 anni di commissariamento sono stati un fallimento ed è vero che i costi degli appalti sono aumentati ma aumentano anche a causa dei ritardi poltici e tecnici. Dopo 5 anni occorre chiarire di chi sono le responsabilità e non proseguire con lo stesso assetto e le stesse procedure».

In Primo Piano
Audizioni

La sanità sarda affonda: in consiglio regionale il grido di dolore dei presidenti degli Ordini dei medici

Le nostre iniziative