La Nuova Sardegna

Elezioni

Sassari, Maria Ghisu: «I segreti della mia casa-seggio nella borgata di Biancareddu»

di Argentino Tellini
Sassari, Maria Ghisu: «I segreti della mia casa-seggio nella borgata di Biancareddu»

Parla la proprietaria della villa prestata all’election day

01 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari I lavori nell’ex scuola elementare di Biancareddu, borgata agricola della profonda Nurra, hanno avuto un contrattempo e i locali non sono ancora disponibili. Il seggio elettorale più popolare d’Italia quindi non smobilita, pronto ad accogliere gli elettori anche per l’election day dell’8 e 9 giugno. L'appartamento messo a disposizione dalla pensionata locale Maria Ghisu permetterà ancora le operazioni di voto, come avvenuto nelle precedenti elezioni regionali. Un gesto che ha avuto ampia eco anche nella stampa nazionale, persino in Rai. «Sono venuti a intervistarmi dalla Sardegna e dalla Penisola, e anche Geppi Cucciari – dice Maria Ghisu – Sinceramente ero un po’ frastornata, ma la cosa mi ha fatto piacere, perché ha dato popolarità alla mia bella borgata e all’associazione locale di cui faccio parte. Abbiamo ricevuto anche delle critiche ingiuste sui social, ma il nostro è solo un gesto d’amore per la comunità di Biancareddu e nulla più. Siamo già pronte a ripeterlo per giugno».

L'associazione di cui fa parte Maria Ghisu si chiama Abb, acronimo di Associazione borgata Biancareddu ((presidentessa Stefania Manunta): 65 iscritti, quasi tutte donne. Si danno da fare per il loro territorio nella cultura, intrattenimento e decoro. Hanno inoltre costruito in piazza San Paolo la dama vivente, fanno persino un pane decorato con grano locale. «Siamo orgogliose del nostro lavoro e ora, senza sede, ci riuniamo in case private, due volte la settimana – spiega la vice presidente Giuliana Nuvoli –. Con pochi fondi cerchiamo di ottenere il massimo». E l’idea del seggio? «L’abbiamo avuta tutti insieme – spiega – e Maria Ghisu, nostra associata, si è resa subito disponibile. E lo sarà anche a giugno. Poi ci auguriamo che i lavori nella ex scuola finiscano presto».

La casa seggio di Maria Ghisu è già in allestimento. «La camera da letto grande ospiterà le urne e le postazioni per gli scrutatori e i rappresentanti di lista – racconta Maria Ghisu –, in quella più piccola dormiranno i poliziotti. La cucina sarà il piccolo corridoio di ingresso». All'inizio la pensionata, da tempo vedova, aveva pensato di mettere a disposizione come seggio un altro locale dello stabile in cui vive, quello in cui sorgeva il ristorante La Pidrissa, gestito per tanti anni col marito. Ma una commissione l’aveva giudicato non idoneo per le votazioni. Di qui l’opzione dell'appartamento accanto a quello in cui Maria risiede. Nelle scorse elezioni nel famoso seggio si presentarono in 72. Meno della metà degli iscritti. Stavolta, vista la concomitanza di Europee, Comunali di Sassari con le sentitissime elezioni per la Municipalità della Nurra, si attende un’affluenza ben maggiore. Alle scorse Regionali vinse la Todde: 10 voti in più di Truzzu. Ma ora anche nel seggio di fortuna di Biancareddu, come da tutte le parti, si giocherà un'altra partita.
 

In Primo Piano
Carabinieri

Con la moglie incinta al volante insegue una coppia in auto e spara colpi di fucile: arrestato per tentato omicidio 39enne di Sardara

Le nostre iniziative