Scuola, nelle pluriclassi arrivano psicologi e più docenti

STINTINO. Due iniziative che mirano a stimolare gli alunni, garantire loro un migliore apprendimento e un supporto psicologico. Sono i progetti che la giunta comunale stintinese guidata da Antonio...

STINTINO. Due iniziative che mirano a stimolare gli alunni, garantire loro un migliore apprendimento e un supporto psicologico. Sono i progetti che la giunta comunale stintinese guidata da Antonio Diana ha approvato a fine anno e che, già da questo mese, sono pronti a partire. Il primo progetto prende il nome di “Progettare per competenze” e mira al potenziamento della didattica, il secondo invece punta alla «promozione del benessere psicologico e riduzione del disagio». Entrambi i piani, che saranno attuati dalla cooperativa Reset, sono stati predisposti in stretta collaborazione con Letizia Fadda, la dirigente scolastica del secondo circolo di Porto Torres all’interno del quale rientrano le scuole stintinesi.

L’obiettivo del primo progetto è quello di separare le pluriclassi nelle scuole elementari e medie così da assicurare a ciascun alunno una formazione adatta alla età. Nella scuola elementare di via Lepanto sono presenti due pluriclassi che accorpano i bambini della prima e seconda e quelli della quarta e quinta. Nella scuola media di via Frecce Tricolori la pluriclasse presente riunisce i ragazzi delle prime due classi.

Il progetto prevede l’utilizzo di personale docente aggiuntivo qualificato nelle materie di matematica, lettere, storia e inglese. Si darà così ai bambini e ai ragazzi delle pluriclassi la possibilità di avvantaggiarsi di una formazione mirata. Nel piano, che avrà un costo di 33.699 euro, viene prevista la presenza di due docenti di matematica (uno alle elementari e uno alle medie) per un totale di 224 ore, di un insegnante di italiano e storia per un totale di 336 ore e, infine, di un insegnante di inglese per un totale di 168 ore.

In questo progetto, inoltre, è inserita anche la presenza di uno psicologo, per un totale di 18 ore, che cercherà di aiutare gli insegnanti a gestire le situazioni di disagio psicologico dei loro alunni. «Proseguiamo con il supporto che ormai da diversi anni diamo alle scuole di Stintino e ai nostri ragazzi - dice l’assessore comunale alla Pubblica istruzione Antonella Mariani -, vogliamo che, come i bimbi di altre città, anche i nostri possano avere un’adeguata formazione».

Ben diverso, infine, il progetto dedicato alla riduzione del disagio dei minori che vedrà la presenza di uno psicologo che farà da trait d'union tra gli insegnanti, gli alunni e i genitori.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes