La Nuova Sardegna

Sassari

Il risparmio raccontato dalla fantasia dei bambini

Il risparmio raccontato dalla fantasia dei bambini

Consegnato ieri ai 70 alunni delle elementari Pertini il libro di Poste e CdP che contiene anche il disegno realizzato da uno dei piccoli alunni della scuola

31 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Il risparmio raccontato dalla creatività dei bambini. È questo il contenuto del volume “L’arte di mettere da parte", che ieri è stato consegnato ai 70 alunni della scuola elementare Sandro Pertini di Sassari che hanno partecipato alla seconda edizione del progetto ludico-formativo "Una Storia fattapPosta". L’iniziativa è stata presentata da Poste Italiane e Cassa Depositi e Prestiti in occasione della 89° giornata mondiale del risparmio.

La pubblicazione raccoglie i contributi - sotto forma di disegni interviste, collage, temi, vignette o filastrocche - degli alunni di oltre 130 scuole primarie di tutte le regioni d’Italia. Nel libro, gli alunni della scuola elementare Sandro Pertini di Sassari sono stati rappresentati da Gabriele Vidili, che nel suo disegno ha voluto sottolineare l’importanza di preservare il pianeta dalle fonti di inquinamento.

«Sfogliare il libro che contiene i lavori realizzati dai bambini - ha detto il direttore della Filiale delle Poste di Sassari Maria Antonietta Tonelli - è piacevole, per la varietà e la bellezza delle immagini e delle composizioni, e sorprendente per la saggezza che questi piccoli risparmiatori hanno saputo esprimere. Dai messaggi emerge chiaramente che hanno già capito che il concetto di risparmio deve essere inteso come valore sociale che insegna a utilizzare al meglio le risorse disponibili e a investire sul proprio futuro».

Per il secondo anno consecutivo, più di 5.300 bambini, hanno raccontato cosa significa preservare risorse in favore dell’ambiente e del bene comune, spiegando ai coetanei e agli adulti che cosa significa dal loro punto di vista risparmiare e perché scegliere di farlo. Il risparmio è stato descritto dai bambini in molteplici forme: dall’utilità del classico salvadanaio, al risparmio di acqua ed energia elettrica; al limitato utilizzo delle fonti di inquinamento, fino a rappresentare l’importanza della raccolta differenziata.

In Primo Piano
Cattedre vacanti

Assalto alla scuola, nell’isola in quattromila a caccia di una supplenza

di Silvia Sanna
Le nostre iniziative