Scuola di kitesurf abusiva sequestrata nella marina di Sorso

Gli uomini della Guardia costiera hanno trovato una struttura di legno realizzata tra le dune e priva di qualsiasi autorizzaizone - FOTO

SORSO. Un'operazione di polizia marittima demaniale a tutela della costa, finalizzata a reprimere abusi sul pubblico demanio marittimo, è stata portata a termine nella mattinata di ieri dalla Guardia Costiera di Porto Torres, e ha portato al sequestro di un manufatto in legno privo di qualsiasi autorizzazione costruito abusivamente sulle dune sabbiose del litorale della marina di Sorso per esercitare l'insegnamento del kitesurf.

L'autore del reato, al momento ignoto, è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari.

Durante il pattugliamento del litorale, infatti, i militari della Guardia Costiera hanno rinvenuto un manufatto in legno ubicato sulle dune sabbiose privo di qualsiasi autorizzazione, in spregio alle norme del Codice della Navigazione a tutela del demanio e dell'ambiente marino in genere, nonché di quelle edilizie.

Sul manufatto gli investigatori hanno rinvenuto materiale pubblicitario legato all'esistenza di una scuola di kitesurf.

Informato immediatamente il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Sassari, il personale della Guardia Costiera ha sequestrato il manufatto abusivo e non certificato apponendovi i sigilli.

Sono in corso ulteriori accertamenti d'indagine per risalire all'autore del reato, al momento ignoto e denunciato alla Procura di Sassari, seguendo in particolare la pista relativa alla pubblicità della scuola di kitesurf.

Il sequestro è stato effettuato nell'ambito dell'operazione "Mare sicuroO" 2014, iniziata il 23 giugno per concludersi il 7 settembre prossimo, che vede impegnati gli uomini e le donne della Guardia Costiera nell'attività di pattugliamento mare/terra del litorale a tutela della libera e sicura balneazione.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes