La mostra “Intrecci” del pittore Alessandro Pintus

CASTELSARDO. Nei locali del Museo dell'Intreccio Mediterraneo si puo visitare la mostra di pittura dell'artista sassarese Alessandro Pintus, dal titolo " Intrecci " . Il linguaggio pittorico che...

CASTELSARDO. Nei locali del Museo dell'Intreccio Mediterraneo si puo visitare la mostra di pittura dell'artista sassarese Alessandro Pintus, dal titolo " Intrecci " . Il linguaggio pittorico che Pintus ha creato e sviluppato negli anni è caratterizzato dai “quanti percettivi” che rappresentano i massimi flussi d'informazione che l'essere umano e in grado di percepire nel tempo presente. Nient'altro che porzioni della realtà che ci circonda, frammenti che i nostri sensi riescono a cogliere in una costante interferenza reciproca, restituendo al nostro cervello una serie di tessere univocamente incomponibili.

Un simile linguaggio ha notevoli potenzialità narrative potendo passare dal dettaglio di un occhio quando si realizza un ritratto, al decoro di una manica quando si dipinge un costume sardo, fino all'astrazione di "quanti" di puro colore nella rappresentazione di un paesaggio.

Un’importante testimonianza della capacità comunicativa di questa originale forma espressiva è stata la selezione vinta al concorso nazionale per la realizzazione di una delle opere d'arte poi collocate nella sede del Tribunale dei Minori di Sassari .

Nell'affrontare il tema dei cestini sardi l'artista ha calibrato il linguaggio in modo tale da poter ben evidenziare sia la lavorazione dell'intreccio delle fibre sia la valenza dei decori. Portando avanti un progetto artistico che mira non solo alla salvaguardia delle qualità estetiche dei materiali e dei disegni tradizionali, ma che sia anche propositivo rispetto alla naturale evoluzione che l'arte dell'intreccio dovrà avere, prosegue quel percorso in cui l'artigianato diventa arte.

La mostra rimarrà aperta fino al 15 dicembre.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes