Bollette Abbanoa, uno sportello in Comune

Raffica di proteste dei cittadini per le cartelle anomale. Civiltà è Progresso: disattesi i protocolli

PORTO TORRES. Le proteste dei cittadini contro le cartelle anomale di Abbanoa hanno convinto l’amministrazione comunale a chiamare a rapporto l’ente gestore delle risorse idriche per occuparsi concretamente dei casi segnalati dall’utenza turritana.

Una situazione preoccupante per diversi nuclei familiari nel vedersi recapitare nelle proprie abitazioni, in questi giorni, bollette astronomiche sia nei consumi che nella cifra da pagare. Il Comune ha dunque chiesto ad Abbanoa di mettersi a disposizione degli utenti per verificare eventuali anomalie: le istanze potranno essere segnalate questo pomeriggio, dalle 15,30 al piano terra del palazzo comunale. La raccolta dei dati consentirà di programmare l'apertura di uno sportello ad hoc - come richiesto più volte durante le assemblee pubbliche - per verificare se le somme richieste debbano essere effettivamente corrisposte.

«Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni – dice il sindaco Sean Wheeler – e perciò abbiamo chiesto ad Abbanoa di venire a Porto Torres e ricevere gli utenti ai quali sono state inviate bollette da migliaia di euro: potrebbero essere somme dovute, ma che comunque necessitano di una forma di rateizzazione in modo da incidere il meno possibile sui bilanci familiari, oppure ci potrebbero essere diversi errori a cui bisognerà rimediare con urgenza annullando le bollette».

Un altro fatto grave che sta avvenendo in città, secondo l’associazione “Civiltà è Progresso”, è che molti di quegli utenti che avevano presentato reclamo negli uffici del Palazzo del Marchese due anni fa, quando Abbanoa aveva sottoscritto un protocollo d'intesa con l'allora sindaco Scarpa, in questi giorni stanno ricevendo l'intimazione a pagare senza che siano stati contattati per la conciliazione. La beffa continua. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes