Ragazzi a lezione di sicurezza stradale

Al via al liceo artistico il progetto “Occhio alla guida”: un team di specialisti fa prevenzione a scuola

SASSARI. Una serata in discoteca, tanto divertimento e qualche bicchiere di troppo, poi al volante senza pensare alle conseguenze. Un copione già visto nelle tante stragi del sabato sera. L’associazione che raggruppa i corpi di polizia locale, Anvu, sta cercando di correre ai ripari attraverso una efficace attività di prevenzione nelle scuole superiori del territorio. Ieri è toccato al liceo artistico “Figari”, dove un team di dieci specialisti, ognuno per la parte di competenza, ha tenuto una serie di lezioni incentrate sulla sicurezza stradale. «I ragazzi hanno dato una buona risposta - spiega Alberto Testoni, maggiore della polizia locale nonché vicepresidente regionale dell’Anvu- la prevenzione in questi casi è sempre l’arma più efficace per contrastare un fenomeno tristemente ricorrente». Durante la mattinata, trascorsa tra lezioni e dimostrazioni, sia nelle aule che all’aperto, gli studenti del liceo artistico hanno imparato alcuni comportamenti da adottare in situazioni di emergenza. Con gli esperti del Cisom (Corpo italiano di soccorso ordine di Malta) hanno parlato di primo soccorso e rianimazione in caso di arresto cardiaco, ma hanno avuto anche la possibilità di usare uno speciale simulatore di guida. Con questo strumento è stato possibile, per esempio, grazie all’uso di occhiali particolari, simulare la guida in stato di ebbrezza, una condizione spesso alla base di molte tragedie della strada. In contemporanea, nell’aula magna dell’istituto di piazza d’Armi, l’architetto Alessandra Bertulu, responsabile della protezione civile comunale, con il supporto di Luigi Loriga, istruttore dei vigili del fuoco, ha tenuto una lezione su come ci si comporta in caso di calamità naturali. Con l’aiuto di una serie di slide, il funzionario ha spiegato ai ragazzi cosa si deve fare e cosa è meglio evitare in caso di frane, alluvioni e terremoti. Di particolare interesse l’iniziativa “Guidaboh”, una piattaforma online, tramite portale web nazionale che, attraverso un servizio di trasporto, consente di partecipare a serate ed eventi lasciando a casa la macchina. Visitando il sito www.guidaboh.it, seguendo le istruzioni, è possibile prenotare un servizio di trasporto per andare in discoteca o a una festa. «Negli ultimi dodici mesi - ha riferito il responsabile Oscar Pinna - abbiamo avuto più di diecimila richieste da tutta la Sardegna». Per l’occasione, sul campetto della scuola sono state esposte al pubblico due Ferrari. Oltre l’Anvu, al progetto, denominato "Occhio alla guida", partecipano il Rotary Sassari Silki, la polizia locale di Alghero, Il Cisom e la protezione civile di Sassari. I prossimi interventi sono previsti al Nautico e allo Scientifico di Porto Torres.

Antonio Meloni

WsStaticBoxes WsStaticBoxes