In un libro le vie del centro di Sassari tra monumenti, storie e folklore

La famiglia Poddighe ha realizzato un volume dedicato alla parte più vera della città

SASSARI. La Sassari di una volta come ispirazione, quella di oggi come realtà da riscoprire, valorizzare e far conoscere soprattutto ai giovani. Se la passione per le proprie radici è ereditaria, come sostengono molti, la famiglia Poddighe può essere presa come perfetto esempio. Giulio Cesare e Pierluigi, padre e figlio, sulle orme dell’illustre progenitore, il cavalier Attilio, hanno appena sfornato un volumetto che rappresenta la degna prosecuzione della tradizione familiare.

“Sassari, le vie del centro - cenni storici, folklore, monumenti”, la cui prima edizione è realizzata con il contributo della Fondazione di Sardegna, disegna un ritratto affascinante della parte più vecchia della città. Un’opera sospesa tra passato e presente, una guida agile che racconta tanto senza avere la pretesa di raccontare tutto.

La copertina del libro


I due autori si sono divisi i compiti in base alle rispettive competenze: Giulio Cesare, che negli anni Settanta è stato coeditore della Gazzetta Sarda e successivamente ha pubblicato diversi almanacchi dedicati alla città, si è occupato dei testi; suo figlio Pierluigi, titolare dello studio pubblicitario Poddighe, ha curato progetto grafico e impaginazione ed è l’editore dell’opera. «Non avevamo la pretesa di realizzare qualcosa di definitivo – spiegano gli autori –, al contrario la nostra idea era quella di realizzare una sorta di guida al centro storico di Sassari, pensata sì per i turisti, ma anche e soprattutto per quei sassaresi che non vivono più la nostra città come una volta, o magari passano al centro distrattamente senza conoscere tanti angoli affascinanti».

Un po’ un ritorno alle origini, a “li logghi di la pizzinnìa”, un po’ un richiamo all’attualità, fatta di rioni quasi dimenticati ma sempre in grado di offrire scorci meravigliosi. «La nostra “passeggiata” per Sassari – proseguono i Poddighe – si apre con alcuni cenni storici e percorre le vie del nucleo medievale, il quartiere Umbertino, le piazze, le chiese e i monumenti, ma non dimentica le due manifestazioni più importanti che si svolgono in città: i Candelieri e la Cavalcata sarda. La versione definitiva è in stampa in questi giorni e sarà disponibile dalle prossime settimane». Info info@studiopubblicitariopoddighe.it.


 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes