Saldo anticipato ai cantieri aperti

Il Comune dà una mano alle imprese impegnate in opere pubbliche

OZIERI. Una piccola boccata d’ossigeno per le imprese edili che in queste settimane si stanno occupando di lavori pubblici a Ozieri, dove il Comune ha deciso di provvedere al pagamento delle opere eseguite anche prima del raggiungimento degli stati di avanzamento fissati nei contratti. I casi nello specifico sono tre, e riguardano opere pubbliche anche non completate. Il tutto per un valore di circa 100 mila euro, che il Comune sta anticipando in parte da fondi propri.

Il primo esempio è quello degli alloggi Erp di via Giusti (finanziati nella norma con fondi regionali), dove i lavori effettuati sinora sono stati già pagati, per un importo di poco più di 50 mila euro. Altri 23 mila circa vanno all’impresa che si sta occupando del delicato restauro della chiesa di Santa Lucia e in particolare del recupero degli intonaci decorati: un lavoro avviato grazie a uno stanziamento di fondi della Cei e della Provincia. I lavori sono stati interrotti dall’impresa, non locale, a causa dell’epidemia, ma nel frattempo è stato già autorizzato il pagamento di quanto eseguito sinora. Il terzo caso riguarda una parte dei servizi igienici (sei, per la precisione) della casa di riposo comunale Villa Campus, eseguiti in via urgente e del valore di circa 30 mila euro.

«Piccoli interventi – commenta il sindaco di Ozieri Marco Murgia – che però sono molto apprezzati dalle imprese in periodi di crisi come questi. Il Comune solitamente paga entro i 30 giorni, ma in questo caso si è deciso di liquidare ugualmente anche se magari non era stata raggiunta la percentuale prevista dal contratto di stato di avanzamento lavori». (b.m.)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes