Sechi: l’Anas riapra la strada del Logudoro

PLOAGHE. Il consigliere regionale del gruppo “Udc Cambiamo!” Gian Filippo Sechi ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale ai Lavori pubblici sullo stato in cui si trova la cosiddetta...

PLOAGHE. Il consigliere regionale del gruppo “Udc Cambiamo!” Gian Filippo Sechi ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale ai Lavori pubblici sullo stato in cui si trova la cosiddetta Strada del Logudoro, ovvero la statale 597, chiusa al traffico dall’Anas ormai da quasi sei mesi. «Quella che doveva essere una chiusura necessaria per fronteggiare una situazione temporanea di pericolo ed emergenza si sta protraendo oramai da troppo tempo – scrive Sechi – e quel che preoccupa è la quasi totale assenza di notizie. Dopo le prime informazioni inviate alle autorità locali successive alla frana che aveva portato alla chiusura della strada si è saputo che le verifiche effettuate avevano evidenziato la necessità di realizzare un intervento complessivo di messa in sicurezza. Questo ha sicuramente comportato un aggravio dei costi a carico dell’Anas. Il risultato è che ad oggi la strada rimane chiusa e questo comporta non pochi disagi a chi ad esempio da Ploaghe si deve dirigere verso Sassari ed è costretto ad allungare il percorso di diversi chilometri. Ma lo stesso problema lo hanno le persone che vogliono raggiungere la Basilica di Saccargia. Per non parlare delle difficoltà degli esercizi commerciali nel settore della ristorazione situati nella stessa strada».

«Perciò – afferma ancora il consigliere dell’Udc – ho chiesto all’assessore ai Lavori Pubblici un immediato intervento nei confronti dell’Anas per sollecitare l’esecuzione dei lavori e la riapertura della strada». (m.t.)



WsStaticBoxes WsStaticBoxes