Sassari, shopping con il bancomat rubato: arrestato

Un 21enne forza un’auto, prende uno zaino e va a fare spese. Fermato dai vigili

SASSARI. Ha rubato uno zaino da una macchina parcheggiata in via Enrico Costa e con il bancomat che era dentro il portafoglio ha fatto un po’ di acquisti. Ma non è andato molto lontano perché dopo poco è stato fermato dagli uomini della polizia locale e arrestato per furto di bagagli esposti a pubblica fede e indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento.

Si tratta di un giovane di 21 anni, con precedenti specifici, che mercoledì dopo il furto ha fatto compere tramite il sistema del contactless che permette transazioni senza digitare alcun codice.

Di pomeriggio un uomo ha parcheggiato l’auto in via Costa, lasciando all’interno uno zaino con il portafoglio. Il ventunenne ha notato la sacca, ha forzato l’auto e se ne è impossessato. Subito dopo ha iniziato a fare acquisti nei negozi della zona. Per le prime compere ha scelto un esercizio commerciale in piazza d’Italia e poi ha proseguito in piazza Azuni. Il giovane non sapeva, però, che per ogni transazione il proprietario del bancomat riceveva una notifica nel proprio cellulare. E così la vittima del furto è andata immediatamente in piazza Castello, dove sapeva che c’era la stazione mobile della polizia locale. Ha raccontato cosa stava succedendo, proprio mentre arrivavano i nuovi messaggi che dimostravano che il ladro si trovava in piazza Azuni, dove proseguiva con il suo shopping. Gli agenti lo hanno intercettato e fermato mentre usciva da un negozio con una busta che conteneva una maglietta appena acquistata.

Il ventunenne è stato portato al comando e il magistrato di turno ne ha disposto l’arresto che ieri mattina è stato convalidato dal giudice. È al vaglio anche la posizione di altre due persone, che si trovavano con il giovane in uno dei negozi e che spesso frequentano alcune zone (come via Tavolara) con lui.

Il reato di indebito utilizzo e falsificazione di carte di credito e di pagamento, previsto dall’articolo 493 del codice penale, è una fattispecie introdotta nel 2018 e legata proprio a queste nuove tecnologie di pagamento che, per quanto snelliscano le transazioni, facilitano anche l’utilizzo per chi si impossessa dei bancomat altrui senza conoscerne i codici. Il contactless consente acquisti senza digitare i pin fino a 25 euro, e anche oltre in caso di specifiche autorizzazioni da parte del titolare.



WsStaticBoxes WsStaticBoxes