Aggressione in spiaggia, a giudizio

Lesioni colpose. Un 63enne a un turista: «I tuoi piedi puzzano» e ribalta il lettino

SASSARI. Erano le 15.30 di un soleggiato 15 agosto, mare cristallino e cielo limpido alle Saline di Stintino. Gli ingredienti perfetti per trascorrere un sereno Ferragosto in spiaggia. Ma improvvisamente nello stabilimento balneare della cooperativa balneare del Golfo dell’Asinara scoppia il finimondo.

«Sono stufo di vedere i suoi piedi puzzolenti! Si sposti!». La persona cui era stato indirizzato il poco gentile invito – un imprenditore del Bresciano – non ha nemmeno fatto in tempo a rispondere: «Sorpreso – ha raccontato qualche giorno dopo ai carabinieri – ho detto che se mi avesse rivolto la richiesta in modo gentile avrei anche potuto prenderla in considerazione, ma non sono riuscito a finire la frase perché quell’uomo ha afferrato il lettino, dove ero sdraiato, dalla parte dei piedi e mi ha ribaltato».

Ciò che è accaduto dopo è l’intervento del 118, un ricovero in ospedale, cure mediche ancora in corso a distanza di un anno dai fatti, la denuncia presentata dal turista “ribaltato” e un’udienza davanti al giudice già fissata per il prossimo 15 ottobre. Perché la persona che, non si sa bene per quale ragione, ha aggredito l’imprenditore deve ora rispondere del reato di lesioni colpose. Si tratta di un 63enne di Porto Torres.

La vittima alcuni mesi prima di questo episodio aveva subìto un delicato intervento chirurgico alla colonna vertebrale e quando il lettino sul quale era sdraiato si è rovesciato, ha sbattuto la schiena sulla struttura in alluminio: «Il dolore è stato lancinante, sono rimasto immobile per un po’ fino all’arrivo dei soccorsi».

In quel momento in spiaggia erano presenti diverse persone, tra cui il sindaco di Stintino Antonio Diana (che è anche presidente della cooperativa che operava nello stabilimento) e il comandante dei carabinieri che quel giorno era fuori servizio. Sul posto è intervenuta un’ambulanza che ha soccorso l’uomo e lo ha trasportato in ospedale. L’imprenditore si è rivolto agli avvocati Sabina Useli e Ezio Cividini e ha presentato una denuncia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes