In tutta l’isola 906 persone sparite nel nulla

SASSARI. Sono 906 le persone scomparse in Sardegna: 19 in più rispetto a un anno fa, più di un nuovo fantasma al mese. A dirlo è la relazione del commissario straordinario del Governo per le persone...

SASSARI. Sono 906 le persone scomparse in Sardegna: 19 in più rispetto a un anno fa, più di un nuovo fantasma al mese. A dirlo è la relazione del commissario straordinario del Governo per le persone scomparse Giuliana Perrotta: presentata nella primavera scorsa, la relazione traccia un quadro allarmante che riguarda l’intero territorio nazionale, con alcune regioni più colpite di altro dal fenomeno e un numero in costante crescita: sono 61.036 le persone che mancano all’appello, di cui 9.959 italiani e 51.077 stranieri. Circa due terzi sono minorenni, 15mila i maggiorenni, circa 1600 gli over 65. Quasi tutti maschi, bassissima la percentuale di donne, in Italia e anche in Sardegna.

Nell’isola agli scomparsi – un terzo dei quali è italiano – si aggiungono 33 cadaveri senza nome: persone la cui identità non è stata mai stabilita, 15 delle quali recuperate in mare. I numeri preoccupano, perché dimostrano quanto può essere facile sparire senza lasciare traccia. Negli ultimi mesi i casi si sono moltiplicati, in particolare nel sud dell’isola. Dove sono ancora in corso da ottobre le ricerche di Cristian Farris, il ciabattino di Orroli svanito nel nulla un anno fa. In molti casi purtroppo non si cercano persone vive ma cadaveri. Per esempio gli inquirenti hanno pochi dubbi per quanto riguarda Stefano Masala, il 29enne di Nule sparito la sera del 7 maggio 2015 dal suo paese a bordo della Opel Corsa del padre.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes