Sassari, ha il Covid ma non lo dice: in ambulanza fino all'ospedale

La scoperta della positività durante l'accettazione al pronto soccorso

SASSARI. Sono trascorsi due giorni e nessuno ha ancora capito come possa essere capitata una storia del genere. Fatto sta che un'anziana sassarese sembra averla combinata davvero grossa. Giovedì pomeriggio 5 novembre ha chiamato il 118 accusando forti dolori addominali nascondendo, sia all'operatore della centrale operativa sia all'equipe dell'ambulanza, altri e più importanti sintomi. Poi, quando è arrivata nel percorso "pulito" del pronto soccorso di Sassari, si sono accorti che c'era stata poche ore prima e che la sua positività al coronavirus era già acclarata. E così la donna ha rischiato di innescare un contagio a cascata mettendo inutilmente in pericolo il personale sanitario e gli altri pazienti.

La chiamata in sala operativa è arrivata intorno alle 14. La donna ha lamentato dolori alla pancia e l'operatore dall'altro capo del telefono ha posto le solite domande per valutare eventuali sintomatologie legate al coronavirus. Le risposte della donna hanno restituito un profilo No Covid - niente febbre o problemi respiratori - e l'operatore ha quindi deciso di inviare sul posto uno dei mezzi ordinari a disposizione in zona. La chiamata è toccata al Soccorso Sant'Anna di Sorso. Una squadra a bordo della 420 si è diretta verso l'abitazione della donna sapendo di avere un semplice codice verde per dolori addominali da gestire. Una volta arrivati sul posto i sanitari si sono accorti fin da subito che c'era qualcosa che non andava. A un certo punto l'equipe ha notato che sul comodino della camera c'era una confezione di paracetamolo e ha immediatamente pensato a uno stato febbrile non annunciato dalla paziente al momento della chiamata. L'equipe ha immediatamente riferito la situazione e i sospetti in una comunicazione "via registrata" alla centrale. Dopo di che l'ambulanza ha comunque avuto il via libera. La paziente è stata quindi accompagnata al pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata di Sassari, dove è entrata in codice verde nel percorso dei pazienti ordinari.

Durante la fase di accettazione è arrivata la scoperta: l'anziana aveva già effettuato un accesso al pronto soccorso al mattino ed era risultata positiva al coronavirus. Per questo motivo è stata immediatamente trasferita nel percorso Covid. La vicenda ha creato molta apprensione tra l'equipaggio dell'ambulanza, il personale della centrale operativa e il pronto soccorso. L'equipe sorsense infatti, seppure esca sempre protetta ormai per qualsiasi tipologia di intervento, è rimasta esposta inutilmente al virus. Inoltre, la presenza di un contagiato nel percorso pulito del pronto soccorso è una di quelle situazioni da evitare ad ogni costo. E l'anziana, infatti, rischia una denuncia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes