Torralba, cultura e progetti per minori

Al via il bando “Educare Insieme” per favorire attività ludiche e pedagogiche

TORRALBA. L’amministrazione di Torralba promuove l’avviso pubblico “Educare Insieme” per finanziamenti rivolti alle cooperative sociali, terzo settore e alle istituzioni scolastiche e diretto al contrasto alla povertà educativa.

«Occorre promuovere, con tutti gli strumenti a nostra disposizione, le politiche del welfare, solidale e culturale coinvolgendo tutte le risorse umane ed istituzionali presenti nel territorio – dice il sindaco di Torralba, Vincenzo Dore – Il comune di Torralba intraprenderà questa strada, con determinazione, auspicando di realizzare interventi efficaci» .

L'avviso pubblico a sportello “Educare insieme”, di 10 milioni di euro, finanzia iniziative per il contrasto della povertà educativa, delle disuguaglianze e i divari socio-economici sulle persone di minore età, acuiti dalla pandemia da Covid 19.

L’avviso promuove in particolare la realizzazione di progetti che prevedono azioni sperimentali e innovative, educative e ludiche, per l’infanzia e l’adolescenza, in grado di favorire il benessere psico-fisico, l’apprendimento e lo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, soprattutto di coloro i quali si trovano in condizione di svantaggio e vulnerabilità anche nel costesto pandemia.

«Abbiamo aderito al bando “Educare in Comune”, - prosegue Dore – perché l’attenzione verso le politiche pedagogiche della comunità rappresenta una delle priorità per le amministrazioni locali».

Destinatari sono i minori (0-6 anni; 5-14 anni; 11-17 anni). Ciascuna proposta progettuale, della durata esatta di 12 mesi, potrà beneficiare di un finanziamento minimo di 35 mila euro e massimo di 200 mila. Non sono ammesse al finanziamento proposte progettuali che abbiano usufruito o usufruiscano di altri finanziamenti o benefici economici di qualsiasi tipo di carattere europeo, nazionale, regionale e locale.

Possono presentare proposte progettuali organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di enti del Terzo settore, le imprese sociali, gli enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica e operanti nello specifico settore di riferimento oggetto dell'avviso (con 2 anni di vita al momento della data di pubblicazione del bando); le scuole statali, non statali paritarie, non paritarie, di ogni ordine e grado; nonché i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia pubblici e privati. La scadenza dei termini di presentazione delle proposte progettuali è fissata al 30 aprile 2021.

Daniela Deriu

WsStaticBoxes WsStaticBoxes