Stop alla musica dall’una la movida diventa più soft

Ordinanza del sindaco con deroghe previste solo in alcuni giorni di luglio e agosto Il primo cittadino: «Sono state bilanciate le esigenze di esercenti e residenti» 

PORTO TORRES. Per tutto il periodo estivo nel territorio comunale rimarrà in vigore il limite orario dell’una di notte e la soglia di immissione del rumore di massimo 70 decibel. In alcune giornate si potrà comunque derogare all’orario e svolgere spettacoli e intrattenimento fino alle 2 di notte: la deroga è prevista il 30 e il 31 luglio 2021 e il 6, 7, 9, 13, 14, 15, 16, 20, 21, 27 e 28 agosto. Sono questi i numeri e le cifre inserite all’interno dell’ordinanza emanata ieri dal sindaco Massimo Mulas sulle attività musicali nei pubblici esercizi nelle ore serali. Il settore comprende attività economiche e pubblici esercizi di somministrazione, ricettivi, compresi quelli balneari, e di intrattenimento. Ovvero quello che rappresenta una realtà economica e sociale importante per l’offerta turistica e del divertimento all’interno della città turritana.

Nel provvedimento firmato dal primo cittadino si è voluta individuare una regolamentazione armonica sull’intero territorio che, conformemente alla normativa nazionale e regionale vigente, risponda operativamente sia alla necessità di sviluppare politiche turistiche sia di accoglienza improntate ai principi della qualità e della sostenibilità. «Con questo ordinanza abbiamo cercato di bilanciare le esigenze degli esercenti con quelle dei residenti - spiega Mulas -, perché abbiamo di fronte una stagione turistica che vuole essere di rilancio per la nostra città. Per questo motivo abbiamo concesso delle deroghe, ma questa aspettativa non può trasformarsi in un incubo soprattutto per chi abita nelle vicinanze dei locali. L'amministrazione comunale vuole investire sulla ripartenza delle attività produttive – aggiunge il sindaco – ma non sarà un liberi tutti: verranno fatti controlli rigorosi sul rispetto delle norme contenute nel Piano comunale di classificazione acustica. Tanti studi confermano che l’eccessivo rumore diventa un problema di salubrità pubblica e per questo ho chiesto alla polizia locale di vigilare senza sconti sul corretto rispetto dei limiti».

La deroga dell’orario è stata prevista all’approssimarsi di tutte le manifestazioni di intrattenimento musicale – che si svolgeranno a partire dall'ultima settimana di luglio e fino al 31 agosto 2021 – dove vi è però la necessità di prevenire quanto segnalato dai cittadini in merito a episodi di disturbo della quiete pubblica provocati dal volume eccessivo della musica e dal comportamento non sempre irreprensibile e civile tenuto nelle ore notturne da alcuni avventori. L’esigenza è dunque quella di ridurre il disagio provocato da rumori nelle ore notturne, derivanti in particolare da emissioni sonore, tenendo tuttavia presente anche le esigenze dell’utenza dei locali pubblici in cui si svolge attività di intrattenimento musicale, sia con l’utilizzo di strumenti elettroacustici che dal vivo. «Siamo certi che gli esercenti collaboreranno al meglio per rendere per tutti un’estate ricca di emozioni e partecipazione», conclude il sindaco.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes