Morto il giornalista Giangavino Sulas, inviato di punta di "Oggi"

Giangavino Sulas

Era nato a Nughedu San Nicolò 77 anni fa. Volto noto anche in tv, si è occupato dei casi più eclatanti di cronaca nera

SASSARI. Lutto nel mondo del giornalismo: è morto la notte scorsa a Bergamo Giangavino Sulas, inviato di punta del settimanale Oggi e spesso ospite in tv, soprattutto a 'Quarto Gradò su Rete 4, per parlare di casi di cronaca nera. Originario di Nughedu San Nicolòda, ma bergamasco d'adozione, aveva 77 anni e da alcuni giorni era ricoverato all'ospedale Humanitas di Bergamo per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. Sempre sulla notizia, proprio in ospedale aveva scritto il suo ultimo articolo sul caso di Denise Pipitone. Lascia la moglie e i figli Roberta e Marco.

Da un anno lottava contro un male che alla fine ha prevalso sulla sua enorme forza di volontà. Da cronista ha attraversato i fatti di cronaca nera di un'epoca, con puntiglio e curiosità: dal delitto di Perugia, fino al caso di Yara Gambirasio. Senza trascurare la passione per lo sport, per l'Atalanta in primis, spesso con posizioni controcorrente. A Bergamo Tv era spesso ospite di 'TuttoAtalantà, mentre sui casi di cronaca nera, oltre a Quarto Grado, spesso interveniva anche nei programmi di Telelombardia. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes