Sassari, 4mila giocattoli fuori norma sequestrati a Predda Niedda

Pezzi non conformi agli standard di sicurezza europei

SASSARI. Quattromila articoli, prevalentemente giocattoli, sprovvisti della necessaria marcatura CE e che a vario titolo violavano le normative in materia di sicurezza dei prodotti destinati ai bambini, sono stati sequestrati in una rivendita della zona industriale Predda Niedda in un'operazione antifrode condotta a Sassari dai funzionari dell'agenzia delle dogane, unitamente all’ufficiale e agli agenti del Nucleo di Polizia Commerciale del Comando di Polizia locale di Sassari.

In particolare, per oltre 2 mila pezzi è scattato il sequestro amministrativo con sanzione amministrativa che va da un minimo di 1.500 euro a un massimo di 10.000 per aver posto in commercio sul territorio nazionale giocattoli non conformi agli standard di sicurezza e sprovvisti della marcatura CE; per circa 1.500 pezzi con marchio CE contraffatto è stata trasmessa segnalazione all'Autorità giudiziaria per ipotesi di reato frode in commercio e uso di prodotti con segni falsi o contraffatti, usurpando titoli di proprietà industriale. Sequestrate anche 200 maschere da sub anche queste prive della prevista marcatura CE. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes