Tentato femminicidio a Sennori: «Gli chiedevo pietà, ma lui ha sparato»

Il drammatico racconto di Piera Muresu alla nipote

SENNORI. Il suo primo pensiero al risveglio in ospedale è stato per l’anziana madre. Aveva pronunciato il suo nome anche mentre implorava il suo compagno Adriano Piroddu, che aveva già esploso il primo colpo, di non spararle. Ma lui lo ha fatto lo stesso «e aveva lo sguardo carico di odio». È il drammatico racconto fatto da Piera Muresu, scampata al femminicidio a Sennori, alla nipote.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes