Minacce di morte a un sacerdote otto mesi a una donna sassarese

SASSARI. Una donna di 60 anni, di Sassari, è stata condannata dal tribunale di Pistoia a otto mesi di reclusione, pena sospesa, per le minacce espresse su Facebook contro don Massimo Biancalani, il...

SASSARI. Una donna di 60 anni, di Sassari, è stata condannata dal tribunale di Pistoia a otto mesi di reclusione, pena sospesa, per le minacce espresse su Facebook contro don Massimo Biancalani, il parroco di Vicofaro a Pistoia, dove sono accolti da alcuni anni oltre un centinaio di migranti. La donna è stata condannata anche al risarcimento dei danni, nella somma di 5mila euro, risarcimento al quale è legata la sospensione della pena, essendo incensurata. La donna non avrebbe alcun legame con don Biancalani e nemmeno con Pistoia: avrebbe conosciuto la comunità di Vicofaro sulle cronache nazionali, maturando un risentimento nei confronti del parroco, ed avrebbe espresso contro di lui pesanti affermazioni sui social, arrivando a minacciare di morte il prete. Per non essere identificata avrebbe addirittura creato un profilo social falso, cosa che non le ha impedito di finire a processo. Una prima condanna, a cui potrebbero seguirne altre visto che il prete ha fatto sapere che i procedimenti aperti per diffamazione sono una quarantina.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes