La statua di San Francesco ad Assisi

Verrà visitata anche dai vescovi sardi guidati da monsignor Saba

PORTO TORRES. La Statua di San Francesco realizzata dallo scultore Enrico Mereu è arrivata ad Assisi dopo un viaggio tranquillo accompagnato anche dal tempo clemente. La scultura ha viaggiato con la nave che collega Olbia a Civitavecchia e ha proseguito poi in furgone alla volta dell’Umbria: un primo saluto a Santa Maria degli Angeli e poi la salita verso la “Cittadella” di Assisi dove e stata collocata la statua di San Francesco. L’opera è stata subito notata e circondata da passanti e turisti, che da tutte le angolazioni scattavano foto o facevano filmati. Tanti complimenti anche all’autore della scultura, Enrico Mereu, che con mazzetta e scalpello ha raffigurato la figura del Santo e trentacinque animali che lo circondano. Una statua pensata e realizzata interamente nel Parco nazionale dell’Asinara, con una grande ceppo che Mereu aveva portato via da un territorio sardo bruciato dagli incendi. Ed è proprio sull’isola che la statua era stata notata, da un gruppo di giovani disabili della comunità “Papa Giovanni XXIII” che avevano espresso il desiderio di poter vedere quel San Francesco nella città di Assisi. Per i prossimi giorni e previsto un incontro con una delegazione dei vescovi sardi nel luogo del Santo, guidata dall'arcivescovo di Sassari Gianfranco Saba, dalle autorità e dai pellegrini. Tutti insieme sosteranno intorno all'opera per un momento di preghiera e meditazione. (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes