Carboni in campo per il bis all’insegna della continuità

In corsa una sola lista guidata ancora una volta dal primo cittadino uscente Un programma ambizioso per concludere le opere avviate negli scorsi 5 anni

NUGHEDU SAN NICOLÒ. Dare continuità a un progetto di rinascita del paese nel segno della coesione e della serenità interna. È questa la forza del gruppo “Lista civica per Nughedu” guidata dall’unico candidato sindaco, attuale primo cittadino, Michele Carboni, che si presenta alle elezioni di domani e lunedì con un programma sicuramente ambizioso ma accompagnato da un bagaglio di tante iniziative già attuate o in fase di avvio.

Nel gruppo è confermata la presenza degli attuali assessori Gianni Fresu (vice sindaco), Hansel Nicola Fresu e Francesca Elisabetta Lene e dei consiglieri Delia Fringuello e Angelo Murgia, mentre i nuovi ingressi sono quelli di Federica Cau, Laura Meloni, Giovanni Andrea Molinu e Gavino Scottu. Se dovesse essere raggiunto il quorum per risultare eletti, tutti i candidati entreranno in consiglio, e la giunta sarà formata, spiega Carboni, «secondo le indicazioni di tutto il gruppo, in base alle sensibilità e competenze, e il mio voto varrà uno come quello degli altri». Unità e concordia sono le parole d’ordine di questa formazione civica, nata cinque anni fa e composta da persone di varie appartenenze politiche unite dall’obiettivo di restituire a Nughedu la serenità che da tempo mancava in funzione di una progettualità orientata unicamente al bene della popolazione. Obiettivo che con soddisfazione il sindaco considera raggiunto, «e che si riverbera anche nella vita sociale della popolazione che negli ultimi anni ha riscoperto il valore della collaborazione, il senso di appartenenza e l’associazionismo. Obiettivo che per questo va ancora perseguito per raggiungere risultati ulteriori, tra cui la creazione a Nughedu di un polo sanitario composto dalla casa di riposo di nuova costruzione nell’ex scuola (che porterà una cinquantina di posti di lavoro) e della spa di Monte Pirastru, «da inserire nella rete del cosiddetto turismo sanitario» e che porterà benefici a tutto il territorio. Progetti orientati alla creazione di opportunità di lavoro, per la creazione di servizi e con l’obiettivo del contrasto allo spopolamento che già sta dando i suoi frutti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes