Sennori in lutto per la morte di Francesca investita da due auto in Veneto

Francesca Murru

Cordoglio anche a Caprino Veronese, il paese dove la ragazza di 20 anni si era trasferita con la famiglia

SENNORI. L'intera comunità di Sennori è in lutto per la scomparsa di Francesca Mannu, una 20enne originaria del paese della Romangia, morta dopo essere stata falciata da due auto in un Comune della provincia di Verona, doveva da anni viveva insieme ai genitori.L'incidente è avvenuto intorno alle 17, 30 del 15 novembre scorso. La giovane stava rientrando nell'abitazione di Caprino Veronese, dove viveva con la famiglia. È arrivata nel quartiere a bordo della sua auto e ha parcheggiato per poi incamminarsi verso la palazzina. Francesca Mannu si è affacciata su un passaggio pedonale sulla strada provinciale 29 e, dopo aver avuto la precedenza da una macchina che viaggiava in direzione del centro, si è immessa sulle strisce.

All'improvviso, mentre stava camminando, è stata investita da una Bmw X5, condotta da un 50enne di Caprino Veronese, che arrivava dal senso opposto. L'impatto è stato tremendo: la giovane è stata sbalzata in aria ed è finita nell'altra corsia, dove purtroppo è stata centrata da un'altra auto, una Renault Koleos, che arrivava in senso inverso. L'automobilista, un uomo di 45 anni di Costermano sul Garda (Verona), ha tentato di tutto, ma non è riuscito a schivarla. L'allarme è scattato immediatamente. Sul posto sono intervenute alcune equipe del 118 veronese. La ragazza è stata quindi trasportata in elicottero all'ospedale di Borgo Trento dai soccorritori del Suem. Le condizioni della giovane erano apparse disperate fin da subito a causa dei gravissimi traumi riportati durante l'incidente. Francesca Mannu è stata quindi ricoverata nel reparto di terapia intensiva del polo ospedaliero. I medici hanno provato in tutti modi a tenerla in vita. Per alcuni giorni una flebile speranza di salvarla che purtroppo si è definitivamente spenta giovedì sera con la constatazione del decesso.

La notizia del tragico incidente ha sconvolto il paese della provincia veronese dopo la giovane risiedeva da parecchi anni con la famiglia. Tutti, a partire dagli amici, il giorno successivo all'incidente si sono recati in lacrime sulla provinciale per lasciare fiori e pregare insieme. L'eco della tragedia si è propagata fino a Sennori, gettando il paese nello sconforto e nel dolore. La giovane, infatti, ritornava spesso a Sennori, soprattutto per le vacanze estive, per riabbracciare gli amici di sempre e trascorrere del tempo con il resto dei familiari che vivono in Romangia. Molti di loro nei giorni scorsi sono volati in Veneto per andare al capezzale del letto d'ospedale dove era ricoverata la ragazza.

«La comunità - dice il sindaco Nicola Sassu - si stringe attorno alla famiglia della giovane Francesca. Il dolore dei suoi genitori non potrà trovare pace grazie alle nostre poche parole, ma vorremmo che sentissero tutta la nostra vicinanza e i nostri abbracci».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes