Le Giornate della Solidarietà tornano a San Pietro in Silki

SASSARI. Le Giornate della Solidarietà organizzate dall’Associazione Mondo X Sardegna, tornano nella location consueta di San Pietro in Silki. Nei locali del santuario, messi a disposizione dai Frati...

SASSARI. Le Giornate della Solidarietà organizzate dall’Associazione Mondo X Sardegna, tornano nella location consueta di San Pietro in Silki. Nei locali del santuario, messi a disposizione dai Frati Francescani Minori sabato - al pomeriggio dalle 16 alle 20 -, e domenica - al mattino dalle 8 alle 13 e al pomeriggio dalle 16 alle 20 -, si potranno acquistare i prodotti della Comunità di S’Aspru e i manufatti dei volontari che operano nelle diverse realtà di Mondo X Sardegna.

Saranno esposti, in particolare, i lavori della falegnameria, i salumi e i formaggi della Comunità, «Frutto – spiega padre Morittu – dell’opera dei nostri ragazzi che, nel loro percorso di rinascita, si dedicano con attenzione e cura alle attività artigianali e a quelle tipiche della realtà agro-pastorale che li ospita. I nostri volontari, poi, ormai da settimane si ingegnano a creare oggettistica di stile natalizio e non, tutti di pregevole fattura che – come nel caso di alcuni articoli - sono impreziositi dal valore aggiunto della collaborazione degli stessi ospiti della Casa Famiglia per malati di Aids Sant’Antonio Abate. La generosità di molti, inoltre, ha donato per l’esposizione e la vendita, oggetti confezionati a mano e dolci della tradizione sarda preparati con maestria e particolare dovizia».

Padre Salvatore Morittu, padre Stefano Gennari e i volontari di Mondo X Sardegna saranno presenti nelle due giornate per esporre a coloro che visiteranno la mostra, l’attività e i progetti dell’associazione. «Siamo certi che, come da decenni, Sassari e la sua Provincia ascolteranno l’appello alla solidarietà che arriva dopo un lungo periodo di difficoltà dovute alla pandemia che hanno reso ancor più arduo il percorso dell’associazione e di coloro che di essa sono parte, percorso teso al recupero, alla cura e all’assistenza di chi, come i nostri ragazzi, lotta per riprendersi in mano la vita ma soprattutto la dignità».

Il 1 dicembre, Giornata Mondiale per la lotta all’Aids, al cine-teatro Astra, con inizio alle 20, andrà in scena la pièce “L’amore al tempo dell’ecstasy, di Maurizio Garuti e con la regia di Francesca Calderara, interpretata da una compagnia di giovani attori bolognesi del Tp – teatro laboratorio. «L’opera fa muovere i suoi personaggi in un’atmosfera di continua dipendenza, più o meno patologica, che sia da sostanze o da social. Sono sempre più giovani le vittime che cadono in questo tipo di baratro che, ancora oggi, vede diffondersi l’infezione da Hiv-Aids a causa di comportamenti a rischio. La storia portata in scena da quattro personaggi è quella di donne e uomini reduci da vite sbrindellate e con la vaga speranza di rinascita; speranze che talvolta si scontrano con l’emergere della grave malattia mai sopita e talvolta dimenticata o ignorata». Il costo del biglietto è di 10 euro e l’incasso contribuirà a finanziare i progetti dell’associazione.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes