Condotta riparata: torna l'acqua a Castelsardo e Tergu, in serata anche a Sassari, Porto Torres, Stintino

La cartina mostra le aree colpite dal disservizio dovuto alla rottura di un pezzo di condotta dell'acquedotto Coghinas 2

Abbanoa avverte i cittadini che nel riavvio della fornitura l'acqua potrebbe essere "transitoriamente torbida"

SASSARI. L'acqua è tornata. La riparazione della condotta che per due volte in due giorni si è rotta lasciando a secco 200mila persone è stata completata oggi 25 gennaio. A partire dalle 11 è stato quindi riavviato il potabilizzatore di Castelsardo al servizio anche di Tergu, impianto che è il primo a essere alimentato dall’acquedotto Coghinas 2 lungo il quale c'è stata la doppia rottura.

"Sono ora in corso le manovre di riempimento graduale della condotta lunga circa 50 chilometri - fa sapere Abbanoa in un comunicato -. Nel pomeriggio Enas (Ente acque della Sardegna) dovrebbe ripristinare anche l’alimentazione di acqua grezza in favore del potabilizzatore di Truncu Reale al servizio della città di Sassari e dei Comuni di Porto Torres e Stintino. L’impianto potrebbe, quindi, riprendere la produzione a pieno regime in serata". 

"Verranno intrapresi tutti gli accorgimenti necessari a limitare i disservizi - avverte Abbanoa -. Qualsiasi anomalia potrà essere segnalata al servizio di segnalazione guasti tramite il numero verde 800.022.040 attivo 24 ore su 24. Abbanoa segnala che alla ripresa dell’erogazione l’acqua potrebbe essere transitoriamente torbida a causa dello svuotamento e successivo riempimento delle tubazioni".

WsStaticBoxes WsStaticBoxes