La Nuova Sardegna

Sassari

Il progetto

San Donato, strade, fogne, luci e telecamere: lavori da 2 milioni nel centro di Sassari

di Davide Pinna
San Donato, strade, fogne, luci e telecamere: lavori da 2 milioni nel centro di Sassari

Primo sì degli uffici allo studio di fattibilità. La Soprintendenza chiede di stanziare le risorse per gli studi archeologici sui ritrovamenti di vicolo delle Campane

14 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Mentre il centro storico di Sassari finisce nel vortice di promesse e contestazioni della campagna per le imminenti elezioni regionali, va avanti l’iter dei progetti di riqualificazione della città vecchia, con particolare attenzione al suo cuore popolare, il quartiere di San Donato.

Gli uffici del Comune hanno dato il via libera al progetto di fattibilità da 2 milioni di euro che interverrà su strade, rete fognaria, rete idrica, illuminazione, videosorveglianza e telecomunicazioni nel rione dalle antiche origini medievali.

Scavi Un quadrilatero denso di storia, tanto che spesso è facile, scavando, ritrovare reperti del passato. Era successo durante il secondo stralcio dei lavori, in vicolo delle Campane, a due passi dalla chiesa duecentesca che dà il nome al rione. Durante l’esecuzione delle opere, era stato ritrovato un silos interrato con al suo interno manufatti e reperti.

La Soprintendenza, nel parere favorevole espresso sull’esecuzione dei lavori, ha prescritto al Comune di stanziare, nel quadro economico dell’intervento, risorse per procedere con lo studio, la catalogazione e il restauro dei ritrovamenti di vicolo delle Campane, oltre che di garantire un’adeguata sorveglianza archeologica per tutelare il sito durante i lavori.

Risorse Le radici del progetto risalgono a quasi 10 anni fa, era il 2015 quando il Comune partecipò a un bando governativo per la riqualificazione sociale e culturale delle aree degradate, chiedendo un finanziamento complessivo di 8 milioni e mezzo. Il progetto si era però piazzato al posto numero 333, mentre i finanziamenti erano stati garantiti sino alla 46esima posizione. Con l’arrivo del Pnrr, è stato però possibile scorrere le graduatorie e anche Sassari ha ottenuto il finanziamento.

Progetto Ora, è arrivato il via libera al progetto di fattibilità da tutti gli enti coinvolti nella conferenza di servizi, con i lavori che andranno conclusi, secondo la convenzione che istituisce il finanziamento, non più tardi del settembre 2025.

Il piano prevede interventi in via San Donato, vicolo delle Campane, via Organari, via Alivesi, via Moscatello, traverse Alivesi e Organari, via Fontana, archivolto Biddau e via Mastino. Si interverrà inoltre sulla rete delle acque bianche, la rete delle telecomunicazioni, e gli impianti di videosorveglianza e illuminazione.

Altri interventi Vale 4 milioni, un secondo progetto già approvato dalla giunta che porterà al rifacimento delle strade attorno alla sede dell’Istituto Comprensivo, la scuola più antica della città. Si interverrà su pavimentazione e sottoservizi, trasformando le quattro vie attorno alla scuola in una sorta di piazza.

Anche questi sono soldi recuperati nelle pieghe dei bilancio, risalgono al primo mandato di Nanni Campus fra il 2000 e il 2005. Altri 9 milioni, che saranno spesi fra San Donato e Sant’Apollinare, provengono dal Programma operativo Città medie 2021-2027, e ci sono poi gli interventi relativi all’housing sociale nel centro storico e al Parco urbano della stazione, con la realizzazione di piccoli parchi nei due quartieri.

Turismo

L'assessore Franco Cuccureddu: la Sardegna vendiamola cara e diciamo grazie a chi spende 100 euro per una pizza

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative