La Nuova Sardegna

Sassari

Latte Dolce

Sassari, dopo il furto dei viveri per i poveri: «Gara di solidarietà commovente»

di Luca Fiori
Sassari, dopo il furto dei viveri per i poveri: «Gara di solidarietà commovente»

Felice il parroco del quartiere: «Arrivate tantissime donazioni»

24 febbraio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Sono arrivati anche da fuori Sassari per rispondere al nostro appello. C’è stata addirittura una famiglia che è venuta appositamente da Sennori per portare dei cartoni di latte, lasciandoci veramente senza parole, ma tanto felici».

Dopo lo sconcerto per un furto che rischiava di lasciare tante famiglie del quartiere senza i beni di prima necessità, don Fabrizio Di Loreto - parroco della chiesa di Nostra Signora di Latte Dolce da pochi mesi - ha scoperto anche quanto i sassaresi possano essere generosi.

Il furto di generi alimentari era stato commesso sabato notte del locale distribuzione viveri di in via Santa Maria Domenica Mazzarello a Latte Dolce, a pochi metri dalla parrocchia. I ladri, sicuramente diverse persone, avevano prima forzato un cancello e poi la porta d’ingresso del locale e a quel punto avevano fatto man bassa - indisturbati - dei generi alimentari che mercoledì mattina dovevano essere consegnati alle famiglie bisognose del quartiere.

«Siamo riusciti comunque a non lasciare nessuno senza cibo – racconta con il sorriso don Fabrizio davanti alla chiesa – la gara si solidarietà che è scattata dopo la notizia del furto ci ha commossi. C’è stata una risposta che è andata oltre ogni aspettativa. In tantissimi si sono rivolti a noi per sostenere il Gruppo Caritas che si occupa della raccolta e della distribuzione dei generi alimentari. A nome di tutta la comunità voglio dire grazie a tutti quelli che ci hanno dato una mano per aiutare chi è in difficoltà».

E oltre alle provviste alimentari sono arrivate anche offerte in denaro e addirittura la Conad  e la Teknimpianti hanno donato l’impianto di videosorveglianza che è già stato installato nei locali in cui si era verificato il furto. «Abbiamo fatto la denuncia – spiega don Fabrizio Di Loreto – e gli agenti della questura stanno indagando per risalire ai responsabili». Ieri mattina grazie alla donazione di ortaggi da parte di alcuni benefattori è stata fatta un’ulteriore distribuzione alle famiglie bisognose.

«Siamo felicissimi anche di questo – prosegue il sacerdote – il brutto episodio alla fine ha suscitato l’attenzione di tante persone che non conoscevano il nostro servizio e questo ci ha permesso di aiutare i bisognosi del quartiere». I generi alimentari rubati erano stati acquistati con il contributo del Dipartimento del Lavoro, della parrocchia e di privati. Il valore della merce portata via superava i 700 euro. I ladri avevano portato via formaggi, passata di pomodoro, tonno, olio di semi e olio extra vergine di oliva, zucchero, pasta, caffè, latte, bibite varie e prodotti per l’igiene intima. L’appello alla città per ricomprare i generi alimentari rubati non è caduto nel vuoto. «I sassaresi – conclude don Fabrizio – hanno dimostrato di avere un gran cuore».


 

In Primo Piano
Verso il voto

Gianfranco Ganau: sosterrò la candidatura di Giuseppe Mascia a sindaco di Sassari

Le nostre iniziative