La Nuova Sardegna

Sassari

Il dramma

Sebastiano Pasquarelli morto a 18 anni, compagni di scuola e docenti sotto choc a Ittiri

Sebastiano Pasquarelli morto a 18 anni, compagni di scuola e docenti sotto choc a Ittiri

All’Ipia di Alghero il ricordo collettivo degli amici. Il parrocodon Luigi Usai: «Era come il sole, illuminava tutti con i suoi raggi e il suo altruismo»

11 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Ittiri «La notizia ci ha lasciato senza parole. Parlo anche da genitore: non si può morire così a quell’età». Così Vincenzo Scanu, dirigente scolastico dell’Ipia di Alghero, dove Sebastiano Pasquarelli frequentava la quarta. Un ragazzo molto vivace e ben voluto dai suoi compagni, racconta chi lo aveva conosciuto. E che proprio in questi giorni era ancora più gioioso del solito, perché stava per cominciare un percorso di alternanza scuola-lavoro che gli avrebbe consentito di mettere a frutto la sua passione più grande, quella per le moto e i motori in generale. Il suo sogno era proprio quello di diventare un carrozziere e durante le attività di laboratorio si distingueva per le sue competenze e abilità nel campo della meccanica. La comunità scolastica è rimasta sotto choc dopo la notizia, che si è diffusa subito.

«Sono stati gli stessi ragazzi a proporre di organizzare domani un momento collettivo per ricordare Sebastiano, raccontando aneddoti e ricordi legati a questi anni di amicizia. Tutto il personale della scuola li accompagnerà con la massima professionalità nel difficile percorso che li attende». Anche Ittiri è rimasta sconvolta. «Siamo ancora sotto choc. Era un ragazzo d’oro, ogni volta che passava davanti alla chiesa mi salutava da lontano, sbracciandosi – r icorda don Luigi Usai , parroco della chiesa di San Francesco – Quel ragazzo era come il sole, illuminava tutti coi suoi raggi ed era conosciuto da tutti per il suo altruismo e il suo entusiasmo. Aveva una grande passione per le moto e per i cavalli. Tutta la comunità, raccolta in chiesa per l’arrivo della Madonna di Fatima, ha pregato per lui questo pomeriggio».

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative