La Nuova Sardegna

Sassari

L’evento

Sassari, in quattromila per la “Corsa in rosa” contro la violenza di genere

Sassari, in quattromila per la “Corsa in rosa” contro la violenza di genere

Per la gara agonistica Cisa run lunga sei chilometri primo assoluto Francesco Dejas

21 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Sassari Prima qualche minuto di riscaldamento, tutte e tutti insieme, sotto al palco. Poi attorno alle 10.30, di oggi 21 aprile, la partenza in grande stile, con la marea rosa che di colpo ha svuotato piazza d'Italia per andare a riversarsi tra le strade del centro.

La Corsa in Rosa ha radunato ancora una volta migliaia di partecipanti, per un evento ormai cult, un collettivo gesto simbolico contro ogni violenza di genere che chiama a raccolta tutte e tutti, senza distinzione di età. A dare il via, la banda musicale della Brigata Sassari a fare da sottofondo alla passerella delle maglie rosa verso via Roma, via Asproni, via Dante, via Amendola e viale Italia. Ma già per i primi arrivi non si è dovuto aspettare tanto: una ventina di minuti dopo, i più allenati hanno risalito via Carlo Felice fino a tagliare il traguardo. Intanto, per quanto riguarda la gara agonistica Cisa run andata in scena alle 9.30 e lunga sei chilometri, primo assoluto Francesco Dejas, graduato scelto che suona il trombone nella banda musicale della Brigata Sassari, con 19 minuti e 43 secondi. (paolo ardovino)

In Primo Piano
Emergenza

Siccità, nuove restrizioni. Ambrogio Guiso: «Un massacro per le campagne»

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative