La Nuova Sardegna

Sassari

Cronaca

Alghero, nave da crociera si avvicina troppo a Capo Caccia: interviene la guardia costiera

Alghero, nave da crociera si avvicina troppo a Capo Caccia: interviene la guardia costiera

I militari hanno deferito all’autorità giudiziaria il comandante dell’imbarcazione sulla base del decreto “anti-inchini”

31 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Alghero Nei giorni scorsi, una nave passeggeri battente bandiera straniera, durante la navigazione per raggiungere il punto di fonda stabilito per l’ancoraggio nella rada del Porto di Alghero, si è avvicinata ad una distanza di circa 1 miglio dal perimetro esterno dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia – Isola Piana, violando la distanza di sicurezza determinata dal Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con il Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare del 2 marzo 2012, meglio conosciuto come “Decreto anti-inchini”.

La Sala Operativa della Guardia Costiera di Alghero, grazie ad un’attenta attività di monitoraggio della navigazione tenuta dalla nave passeggeri, eseguita attraverso i sistemi informatici di controllo in dotazione al Corpo delle Capitanerie di porto, accertava la condotta illecita e deferiva il Comandante della nave all’Autorità Giudiziaria competente.
In vista dei prossimi accosti delle navi passeggeri presso il Porto di Alghero, programmati per l’intera stagione estiva, è necessario ricordare che nella fascia di mare che si estende per 2 miglia marine dai perimetri esterni delle aree marine protette sono vietati la navigazione, l'ancoraggio e la sosta delle navi mercantili adibite al trasporto di merci e passeggeri superiori alle 500 tonnellate di stazza lorda.

Tale disposizione si prefigge l’obiettivo di salvaguardare, non solo la sicurezza della navigazione e l’incolumità delle personae presenti a bordo, ma anche quello di tutelare il patrimonio di inestimabile valore ambientale, storico-archeologico e culturale che contraddistingue in generale le aree marine protette ed in particolare quella di Capo Caccia – Isola Piana.

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative