Cagliari, una notte da leoni: battuta la Juventus 2-0

L'esultanza per il primo gol del Cagliari contro la Juventus realizzato dal giovane Gagliano (foto Mario Rosas)

I rossoblù sconfiggono dopo dieci stagioni i campioni d'Italia con le reti di Gagliano e Simeone

CAGLIARI. Spezza un sortilegio il Cagliari. Perdeva in casa da nove stagioni consecutive contro la Juventus. L'ultima volta che aveva vinto era nel torneo 2009/10, dieci stagioni fa. Allora segnarono Nenè e Matri, stavolta gli eroi si chiamano Gagliano e Simeone. La stagione del centenario della società e del cinquantesimo anniversario dello scudetto non è stata all'altezza delle aspettative, ma almeno questa vittoria è una bella ciliegina su una torta che diventa un pochino meno amara.

Il Cagliari gioca un primo tempo da favola e lo chiude sul 2-0, spinto dal giovane Gagliano, alla sua seconda presenza in A e la prima da titolare, che segna e fa assist. Una mossa a sorpresa azzeccata di Zenga visto che tutti si aspettavano Gaston Pereiro alle spalle della coppia Joao Pedro e Simeone. La cronaca. Al 7’ Cragno para una conclusione di Higuain e un minuto dopo c’è il gol dell'algherese Luca Gagliano che sfrutta in spaccata il cross teso da sinistra di Mattiello per battere Buffon al termine di un’azione innescata da un traversone dalla destra di Faragò. Il Cagliari con ordine prosegue a controllare mentre la Juve va avanti a fiammate.

Al 31’ sugli sviluppi di un angolo Bonucci spara un destro dal limite che manca di poco il bersaglio. Al 38’ ancora Juve in evidenza con una bella girata di poco alta di Higuain sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 44’ grande parata di Cragno su conclusione ravvicinata di Betancur. Al 47’ il Cagliari raddoppia: Gagliano per Simeone che fulmina Buffon con un destro chirurgico e firma il 2-0 e il suo dodicesimo centro personale.

Il secondo tempo inizia con Lykogiannis al posto di Gagliano e al 3' c'è uno scambio Paloschi-Joao Pedro con il brasiliano che spara in porta sfiorando il palo alla sinistra del portiere juventino. Esce anche Rog per Paloschi. All'8' lavoro per Cragno che sventa una capocciata di Alex Sandro.  Il portiere del Cagliari in evidenza ancora al 22' con una deviazione su frecciata velenosa di Ronaldo.

Al 25' si riaffaccia il Cagliari davanti con una doppia conclusione di Simeone ben servito in area da Joao Pedro: l'argentino prima colpisce Bonucci e poi spedisce la sfera fuori. Al 34' gran tiro di Ronaldo da sinistra e Cragno risponde ancora usando il piedone per sventare la minaccia. Il Cagliari ha testa  gambe e Joao Pedro ha ancora la forza a 3' dal novantesimo per sparare un gran destro che però si perde sul fondo. Cragno chiude la sua splendida prestazione con una paratona su gran tiro dalla distanza di Zanimacchia.

Cagliari (3-4-1-2): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan, Faragò, Ionita, Rog (2' st Paloschi) Mattiello, Joao Pedro (43' st Pereiro), Gagliano (1' st Lykogiannis) Simeone (39' st Birsa). ( 1 Rafael, 36 Carboni, 19 Pisacane, 32 Delpupo, 35 Ladinetti, 27 Lombardi, 25 Marigosu, 26 Ragatzu). All.: Zenga.

Juventus (4-3-3): Buffon, Cuadrado, Rugani, Bonucci, Alex Sandro, Muratore, (16 st Matuidi), Pjanić (16 st Zanimacchia) Bentancur (31' st Peeters), Bernardeschi, Higuaín (43' st Olivieri) Ronaldo. (1 Szczęsny, 31 Pinsoglio, 41 Coccolo, 28 Demiral, 47 Frabotta, 42 Wesley, 44 Vrioni) All. Sarri

Arbitro: Ghersini di Genova

Reti: nel pt, 8' Gagliano, 47' Simeone

Note. Recupero: 2' e 5'. Angoli: 9 a 1 per la Juventus. Ammoniti: Rog, Pjanic, Joao Pedro per scorrettezze

WsStaticBoxes WsStaticBoxes