Un finale fantastico premia la Dinamo, la Fortitudo di Sacchetti va ko

Il matineé della quarta della serie A al Palaserradimigni finisce 89-86

SASSARI. Quattro minuti e mezzo da vera Dinamo, con Marco Spissu nei panni del condottiero, regalano ai sassaresi una vittoria bella e soffertissima contro la Fortitudo Bologna. Il matineé della quarta della serie A finisce 89-86, con gli ospiti, allenati dal grande ex Meo Sacchetti, che a 4' dalla sirena finale erano avanti di 7 punti, 72-79. E finisce sul ferro la "preghiera" di Mancinelli sulla sirena, facendo esplodere i 200 spettatori presenti al palazzetto. Sino a quel momento la gara aveva vissuto di continui alti e bassi per entrambe le squadre, con un'ottima Dinamo nel primo quarto (25-23), la grande risposta della Effe (38-43 a metà gara) e ancora la reazione del Banco, avanti 58-55 al 27'. Ma tra i minuti finali del terzo quarto (finito 60-68) e la prima parte dell'ultimo periodo, l'inerzia si era spostata tutta dalla parte della Fortitudo, trascinata da un favoloso Banks (23 punti complessivi). Poi i fuochi d'artificio finali, con Spissu che ha fatto cambiare marcia ai biancoblù, propiziando la rimonta e suggellando la vittoria con un glaciale 6/6 dalla lunetta negli ultimi minuti.

Il migliore e il più continuo tra i biancoblù è stato Jason Burnell, autore di 15 punti; decisivo anche Miro Bilan, che dopo una prova altalenante è venuto fuori nel finale e a 20" dalla sirena ha conquistato un rimbalzo offensivo fondamentale. Mercoledì si torna in campo, sempre al PalaSerradimigni, per la prima gara di Champions League, contro il Galatasaray, poi domenica la trasferta a Venezia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes