Cagliari, ampio turnover nella sfida di Coppa con l'Atalanta

Nandez, squalificato per due giornate in campionato, rientra in Coppa Italia

Di Francesco schiera Nandez, squalificato anche contro il Milan, e risparmia i migliori im vista della partita di campionato di lunedì

CAGLIARI. Cagliari in Coppa per cercare di trovare una via di uscita dalla crisi. Impegno importante sì, quello di domani con l' Atalanta (in campo alle 21.15), ma la testa è soprattutto al campionato e alle prossime due gare con Milan, lunedì 18, e con il Genoa, domenica 24. Per questo a Bergamo sará turnover. Magari con l'impiego part time di quei giocatori, come Nainggolan, Godin e Ounas, che cercano la migliore condizione, ma che non possono essere «spremuti» in vista della prossima sfida alla Sardegna Arena.

Sicuramente in campo Nandez, verosimilmente per tutta la gara: per lui un match importante per tenere il ritmo partita, visto che deve ancora scontare la seconda giornata di squalifica dopo il rosso con il Benevento. Per Di Francesco un'occasione in più per saggiare le potenzialità di chi ha giocato meno in questa prima fase del campionato. Per qualcuno sarà forse anche l'ultima apparizione prima dell'addio al Cagliari: tra le strategie del club c'è proprio quella di ridurre numericamente l'organico. Anche per fare spazio a possibili rinforzi, Calabresi e Duncan su tutti.

Una gara comunque delicata quella con l' Atalanta, perché il Cagliari sa bene che in questo momento deve evitare tracolli psicologicamente pericolosi. Per questo l'obiettivo massimo, il passaggio del turno, potrebbe passare in secondo piano: Di Francesco chiederà soprattutto una prestazione di carattere che diventi una sorta di prova generale della gara di lunedì con il Milan. La squadra di Coppa sará con Vicario in porta e Tripaldelli sulla fascia sinistra. A centrocampo spazio a Caligara e Tramoni. Mentre dietro le punte ci potrebbe essere un probabile turno di riposo per Joao Pedro: al suo posto il tecnico dovrebbe schierare Pereiro. Davanti sará ballottaggio a tre tra Cerri, Simeone e Pavoletti. Con il primo in pole position. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes