Ilvamaddalena, sfuma la quinta vittoria di fila

LA MADDALENA. L’Ilvamaddalena sogna di agganciare il Sant’Elena al terzo posto in classifica, ma deve arrendersi al 77' ad un calcio di rigore trasformato da Falciani, che lascia le due squadre...

LA MADDALENA. L’Ilvamaddalena sogna di agganciare il Sant’Elena al terzo posto in classifica, ma deve arrendersi al 77' ad un calcio di rigore trasformato da Falciani, che lascia le due squadre distanziate di tre punti. Nel finale non è fortunata, la squadra di casa, che grida al gol all’83’ per una deviazione di Aiana, salvata sulla linea di porta da Falciani e all’86’ centra il palo con un colpo di testa di Chiappetta, su azione d’angolo. Sfuma, dunque, la quinta vittoria consecutiva dei ragazzi allenati da Sandro Acciaro, ai quali l’aria d’alta classifica fa bene e invita a coltivare sogni. La partita si apre con una conclusione al 10’ di Escobar, a fil di palo. E’ l’anteprima al gol del vantaggio dell’argentino Tapparello, che al 13’, decentrato sulla sinistra, fa partire un tiro che si impenna sulla deviazione di Tamburini e beffa il portiere Palumbo. Una mazzata per i Quartesi, che accusano il colpo e replicano al 23’ con una conclusione di Mboup, sugli sviluppi di un angolo, ben neutralizzata da Manis. Il bomber isolano Tapparello galvanizzato dai 14 gol realizzati è incontenibile e al 28’ si esibisce in una rovesciata da applausi, che termina di poco alta. L’Ilvamaddalena è aggressiva e determinata e lascia pochi spazi alle iniziative degli avversari. Ancora Tapparello al 29’ impegna l’estremo difensore Palumbo, che salva in angolo. Sempre i padroni di casa protagonisti al 33’con un ottimo scambio tra Nicotera e Lobrano, con quest’ultimo ad un passo dal gol. Quindi, al 41’, Tapparello stoppa con il petto e conclude dalla distanza, chiamando in causa il numero uno ospite. Il Sant’Elena si affida al 42’ ad un botta di Mboup, che termina di poco fuori. L’Ilvamaddalena rientra negli spogliatoi rimuginando sulle occasioni sfumate e si ripresenta in campo determinata. Ancora una volta si affida alla punta Tapparello, che al 55’ conclude in porta, per la parata facile del portiere. Spinge sull’acceleratore la squadra isolana e al 74’ va vicinissima al raddoppio con un cross di Nicotera, che spinge sulla fascia e mette al centro per Tapparello, leggermente in ritardo sulla deviazione. Un giro di cronometro e Di Pietro intercetta con la mano un cross in area, che consente a Falciani di realizzare dagli undici metri spiazzando Manis. Nel finale, un salvataggio dello stesso Falciani e il palo di Chiappetta inchiodano il risultato in parità.

Lorenzo Impagliazzo

WsStaticBoxes WsStaticBoxes