La Nuova Sardegna

Sport

Calcio serie C

Torres e Olbia sono in missione: operazione fuga dai playout

Torres e Olbia sono in missione: operazione fuga dai playout

Alle 14.30 i rossoblù a Reggio, alle 17.30 i bianchi ospitano la Carrarese

18 marzo 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Fuga dalla zona playout, nuova puntata nel girone B della serie C. L’Olbia dopo il blitz di martedì a San Donato Tavarnelle cerca conferme stasera (17.30) al Nespoli con la Carrarese, mentre la Torres (0-0 lo scorso turno, in casa col Rimini) questo pomeriggio alle 14.30 in una cornice da serie A (al "Mapei Stadium" di Reggio Emilia gioca le sue gare casalinghe il Sassuolo) per restare aggrappata alla serie C sfida con tutti i rischi del caso la capolista Reggiana. E' la sestultima giornata di campionato, il tempo stringe e la classifica preoccupa parecchio i rossoblù, che per reggere il confronto devono di sfoderare lo stesso spirito di squadra avuto nei 90' col Rimini martedì sera.

Sui numeri del confronto meglio invece sorvolare, sono alquanto impietosi con i sassaresi anche se poi il campo sa sempre raccontare storie diverse. «Ci vorrà una grandissima prestazione da parte nostra e anche un pizzico di fortuna», ha detto il tecnico Stefano Sottili sulla partita contro la prima della classe, che tra i suoi primati nel girone vanta anche quello di miglior difesa, con 19 gol subiti. E il lato più precario della Torres, soprattutto negli ultimi tempi, complici gli infortuni a catena, è proprio l'attacco che segna poco e deve vedersela con un reparto solido ed esperto.

«Pronostico chiuso? Siamo in serie C - ha invece sottolineato Matteo Liviero - e non ci sono avversari del calibro di City o Real, dunque ce la possiamo giocare con tutti. Indubbiamente è un impegno difficile, sul campo di una corazzata, ma con una gara intensa potremo dire la nostra». Nonostante i guai e il periodo complicato sul piano dei risultati c'è moderato ottimismo nel team rossoblù, dove è ancora assente Diakite e non ci sarà neppure Dametto (squalificato), mentre pare totalmente recuperato Campagna. Perdere a Reggio, vista la caratura dei padroni di casa che provenendo da due pari di fila hanno bisogno di tornare al successo per tenere a distanza Entella e Cesena, non sarebbe un dramma se non fosse per una classifica che ormai pretende solo punti e le concorrenti dirette della Torres lo hanno capito, mettendosi più o meno tutte a correre.

Per l’impegno contro la Carrarese, quarta forza del girone, l’Olbia stasera ritrova Emerson, Brignani e Ragatzu, assenti per squalifica martedì. «Abbiamo la pancia vuota, per noi sarà una gara vitale». Non usa mezzi termini Roberto Occhiuzzi: «Ci restano sei gare da giocare – prosegue il tecnico dell’Olbia – e saranno tutte molto importanti per noi. Con le nostre dirette avversarie stiamo giocando una sorta di partita di tennis, punto a punto. Ora siamo leggermente avanti noi, ma dietro corrono forte e la strada da fare è ancora lunga. Dobbiamo essere bravi a non fermare mai la marcia tenendo presente che il nostro orizzonte è sempre il giorno dopo».

In Primo Piano
Il delitto

Donna uccisa dal figlio a Sinnai, l’auto di famiglia negata dietro la coltellata fatale

di Andrea Massidda

Viabilità

Lavori pubblici, entro l'anno resterà solo uno dei 10 cantieri sulla 131 tra Macomer e Porto Torres

Le nostre iniziative