La Nuova Sardegna

Sport

Verso la Serie C

La Torres trova il primo gol, ma vale soltanto un pareggio

di Sandra Usai
La Torres trova il primo gol, ma vale soltanto un pareggio

Diakite riequilibra il risultato con i dilettanti friulani del Cjarlins Muzane

02 agosto 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Tolmezzo Terzo test con pioggia, vento e tanta delusione per la Torres che prepara nel ritiro di Sappada sulle Dolomiti la sua seconda stagione di fila in Serie C: contro il Cjarlins Muzane ha trovato il primo gol stagionale (firmato da Diakite) ma non la vittoria, in un confronto sbilanciato nei valori tecnici e atletici a suo favore, contro avversari di categoria inferiore (i friulani giocano in Serie D)e alla loro prima uscita. Sembrava l'esame più semplice dopo quelli ben più probanti contro Como e Padova, invece si è rivelato il più complicato e insidioso, anche per il fattore atmosferico che ha reso il terreno di gioco – non più quello di Arta Terme, come da programma, ma di Tolmezzo – scivoloso e nemico delle giocate in velocità. Questo fattore ha finito per penalizzare la prova dei rossoblù, partiti bene ma sempre imprecisi in zona gol.

Tra i pali è andato Petriccione, con Zaccagno lasciato a riposare in panchina, e in difesa si è ritagliato un posto da titolare Riccardo Pinna, che alla mezz'ora si è fatto sorprendere dall'inserimento in area dello sgusciante Fyda, il quale ha sbloccato il risultato, costringendo la Torres a inseguire il risultato dopo aver costruito diverse occasioni per andare in vantaggio. Tra i protagonisti, non troppo fortunati al tiro, Fischnaller e Ruocco. Il gol dei friulani dal sapore di beffa ha spronato i sassaresi a forzare per riequilibrare il punteggio, ma il primo tempo si è chiuso senza soddisfazioni.

Nella ripresa la squadra ha cambiato volto, con gli inserimenti di Zaccagno, Fabriani, Liviero, Sanat, Diakite e Menabò al posto di Petriccione, Idda, Pelamatti, Ruocco, Fischnaller e Scotto. Un massiccio restyling operato da mister Alfonso Greco che sul terreno sempre più appesantito dalla pioggia non ha dato esiti brillanti e si è rischiato subito il raddoppio del Cjarlins su rigore, causato da Pinna. L'errore di Gatto che ha calciato sulla traversa ha consentito ai rossoblù di riorganizzare la controffensiva, premiata a un quarto d'ora dalla fine dalla ribattuta vincente di Diakite, dopo il colpo di testa di Menabò respinto dal portiere.

L'intento finale è ribaltare il punteggio, ma bisogna accontentarsi di un pareggio (con gol) combattuto sebbene imprevisto. Per rifarsi e prendere sempre più confidenza con i novanta minuti ci sarà ancora un'altra occasione: al programma si è aggiunta un'ulteriore amichevole, quella in programma venerdì 4 agosto sul campo del Pavia, squadra lombarda che naviga in Eccellenza.

In Primo Piano
Scuola

L'assessora Ilaria Portas: «Niente smartphone in classe, ma la decisione va spiegata»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative