La Nuova Sardegna

Sport

Tutto Torres
Calcio Serie C

La Torres prova a prendere il volo ma la Carrarese è un osso duro

La Torres prova a prendere il volo ma la Carrarese è un osso duro

Oggi (ore 18,30) al Vanni Sanna una sfida che vale il primato

20 settembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





i Roberto Muretto

Sassari Se non è un esame di maturità, poco ci manca. La Torres e la Carrarese, dopo tre giornate, guardano le altre squadre dall’alto verso il basso. Uno scontro diretto che può lanciare in orbita chi si porterà a casa i tre punti. Per i rossoblù , dopo la rotonda vittoria nel derby con l’Olbia, un avversario di spessore, costruito per puntare in alto, con in organico giocatori che per la categoria sono quasi un lusso. La partenza sprint della squadra di Alfonso Greco ha scatenato l’entusiasmo dei tifosi. Fanno bene a sognare i supporter, ma fa benissimo il tecnico a ricordare che siamo solo all’inizio e la strada da percorrere è lunghissima.

Acqua sul fuoco Il tecnico della Torres sta con i piedi per terra. «È giusto resettare con la testa dopo la gioia per la vittoria al Nespoli. Ma è altrettanto giusto cavalcare l’entusiasmo della nostra gente. La voglia di fare bene del gruppo può essere uno slancio per poter superare sfide molto complesse come lo sarà quella con la Carrarese». Greco è uno che prepara le partite in modo meticoloso. «Loro sono tra le squadre più forti del campionato. Hanno aggiunto alla rosa di qualità che avevano la scorsa stagione, rinforzi di qualità. Sappiamo che sarà difficile, ma noi vogliamo fare la nostra partita, giocando con umiltà, soprattutto nella fase di non possesso».

Scelte Probabile qualche novità nella formazione rispetto all’undici schierato nel derby. Mastinu avrà una maglia da titolare e probabilmente anche Pelamatti. Gli potrebbero fare spazio Fishnaller e Liviero. Ma sono ipotesi. Difficile che resti fuori Scotto (nella foto in alto) dopo la doppietta segnata nel derby. Da valutare Kujabi (nella foto a sinistra) uscito anzitempo nella sfida di sabato. Non dovesse farcela, Filippo Lora è il candidato a sostituirlo.

Gli avversari La Carrarese è allenata da Alessandro Dal Canto, uno che ha calcato palcoscenici importanti da calciatore e sta dimostrando di saperci fare anche in panchina. Il modulo è un 3-5-2 che si trasforma in una difesa a cinque quando il pallone lo hanno gli avversari. In attacco ci sono l’ex Cagliari Giannetti e l’ex Olbia Colombo, giocatori pericolosi davanti alla porta. Cicconi è un punto fermo a sinistra, mentre a centrocampo, l’argentino Schiavi è un punto di riferimento, l’uomo che detta i tempi di gioco. Una squadra che copre bene il campo, che sa dare profondità alla manovra e sfrutta le corsie.

Stadio Forse non ci sarà il tutto esaurito essendo una giornata lavorativa, ma la prevendita è andata molto bene (venduti fino a ieri 2.100 biglietti). I numeri fanno prevedere che al Vanni Sanna ci saranno poco più di tremila spettatori. I tifosi sono gasati, il 3-0 all’Olbia ha scatenato l’entusiasmo e sono in tanti a sognare. La Torres si sta dimostrando squadra solida, ha alzato (e di molto) il livello e la qualità rispetto allo scorso campionato. Avrà di fronte un avversario “tosto” che punta quantomeno ai playoff. Un traguardo che i rossoblù, a loro volta, proveranno a raggiungere.



In Primo Piano
Il giallo

È di Francesca Deidda il sangue ritrovato su una roccia

Le nostre iniziative