La Nuova Sardegna

Sport

Basket

Stéphane Gombauld: «La Dinamo a Brindisi per combattere»

di Antonello Palmas

	<strong>St&eacute;phane Gombauld</strong> in azione contro Trento
Stéphane Gombauld in azione contro Trento

Lega A, i sassaresi affrontano sabato 30 marzo una squadra che lotta disperatamente per salvarsi. Coach Nenad Markovic: «Ci aspetta una sfida durissima».

28 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Presentata la gara della Lega A di basket  che la Dinamo Banco di Sardegna giocherà sabato 30 marzo a Brindisi con inizio alle ore 20. 

Coach Nenad Markovic: «Affrontiamo una squadra che lotta per restare nella massima serie, giocano molto bene, in modo letteralmente differente rispetto a prima, con tre nuovi giocatori nel quintetto, sono in condizione, hanno un allenatore di assoluta esperienza, ci aspetta una sfida durissima».

E ancora: »Spero che andremo a Brindisi con una mentalità differente soprattutto nell’approccio rispetto alla gara persa a  Trento, dove a livello di fisicità ci hanno messo in difficoltà. Occorre fare tutto quello che serve per giocarci il match». Sulle possibilità di schierare Brandon Jefferson dopo l’infortunio a Trento: «Ieri (mercoledì 27) ha fatto mezzo allenamento, il dolore si riduce, giocherà penso ma non so in che modo e quanti minuti, mancano solo due giorni, il tempo è molto stretto».,

 IL centro francese Stéphane Gombauld: «Dobbiamo andare a Brindisi a lottare, non esiste altro, essere pronti per combattere. Loro sono un eccellente squadra, hanno talento, se vogliamo pensare di poter vincere dobbiamo davvero pensare ad una battaglia».

Dopo la sconfitta a Trento si può aver perso un po’ di fiducia? «Non penso questo, abbiamo la stessa fiducia, la stessa chimica e lo stesso modo di giocare dell’ultimo mese, dobbiamo subito pensare alla partita dopo per vincere, sappiamo quello dobbiamo fare, consapevoli dei nostri mezzi. Non bisogna rimuginare ma essere motivati per strappare il successo».

In Primo Piano
Elezioni comunali 

Ad Alghero prove in corso di campo larghissimo, ma i pentastellati frenano

Le nostre iniziative