La Nuova Sardegna

Sport

Ginnastica artistica

Due Olimpiadi mancate ora Parigi, la rivincita del ginnasta Nicola Bartolini

Due Olimpiadi mancate ora Parigi, la rivincita del ginnasta Nicola Bartolini

Oro mondiale nel corpo libero, il quartese è il capitano della Nazionale

11 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Avrei mille cose da dire ma ogni parola sarebbe superflua, quindi... Ci vediamo alle Olimpiadi». Sul suo profilo Instagram ( nickname Bartoleddu) Nicola Bartolini ha comunicato così ai suoi followers la gioia per aver conquistato il pass per le Olimpiadi insieme ai suoi compagni della nazionale azzurra di ginnastica artistica Yumin Abbadini, Lorenzo Casali, Matteo Levantesi, Mario Macchiati.

Dopo 12 anni (l’ultima volta a Londra) l’Italia maschile, capitanata proprio da Bartolini, torna quindi ai Giochi. Per Bartolini, 28 anni, di Quartu, campione del mondo di corpo libero nel 2021, il primo oro della storia per l’Italia della ginnastica artistica, è una rivincita personale nei confronti di un destino che più volte gli ha girato le spalle.

A causa di un problema alla spalla, infatti, manca la qualificazione all’Olimpiade di Rio de Janeiro del 2016. Ma lui non si demoralizza e si trasferisce a Salerno. Qui prova a rilanciarsi, ma ai Mondiali di Stoccarda non riesce a conquistare la qualificazione diretta per Tokyo.

E poi quella maledetta spalla che fa ancora male e lo costringe ad operarsi. Da Salerno va a Milano (è iscritto alla Pro Patria Bustese) e inizia il periodo più bello della sua vita, quello che lo porta sul tetto del mondo in Giappone.

Ad aprile del 2021 vince il bronzo al corpo libero agli Europei di Basilea e spera ancora di poter andare a Tokyo, ma viene beffato da un complicato gioco d’incastri in favore del greco Petrounias e del parallelista cinese You Hao. Un altro al suo posto avrebbe già mollato ma non Nicola che gareggia da quando aveva 4 anni. Per riprendersi dalla delusione di Tokyo si concede una lunga vacanza nella sua Sardegna, un mese lontano da tutti, solo con la famiglia e gli amici.

Poi a ottobre vola in Giappone per i Mondiali di artistica e, a sorpresa, conquista l’oro al corpo libero. Ora Nicola è chiuso in palestra -da dove posta tutti i video dei suoi allenamenti- dopo aver recuperato dall’ultimo infortunio.

«Ormai parlo poco e non mi faccio vedere, ad oggi mi chiedono tutti di parlare e con finto interesse vogliono sapere come sto, non dimentico che prima tutto questo non interessava quasi a nessuno– ha scritto qualche giorno fa su Instagram–.Sto mettendo tutto me stesso per quello che verrà, l’ho promesso a me stesso, alla mia famiglia e a chi c’era quando ci credevo solo io». Nicola, Parigi ti aspetta. (g.z.)

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative