La Nuova Sardegna

La Sardegna come una grande isola-mondo

La Sardegna come una grande isola-mondo

La presentazione del libro questo giovedì nella libreria Messaggerie Sarde con Emiliano Longobardi

29 novembre 2016
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. “Grande nudo” sarà presentato per la prima volta al pubblico in anteprima assoluta alle Messaggerie Sarde di Sassari, in piazza Castello, giovedì 1° dicembre, in contemporanea con l’uscita nelle librerie di tutta Italia. L’appuntamento è alle 19, con lo scrittore accompagnato nell’occasione da Lalla Careddu e da Emiliano Longobardi.

Gianni Tetti propone in questo romanzo la narrazione di un’umanità senza scampo, preda di se stessa. Ci sono carestie e vendetta, attentati che si susseguono. Non c’è alcuna speranza nella misericordia umana. C’è però una possibilità, una sola. È scritta nel vento e porta un nome: Maria. C’è Sassari, anche, nel romanzo di Tetti, e c’è una riscossa degli ultimi che parte da una Sardegna isola-mondo in cui i cani governano e un pescatore affetto da un morbo oscuro guida un’orda stracciata verso la terra promessa.

Classe 1980, Gianni Tetti è nato e vive a Sassari. Si occupa di cinema e letteratura. Ha scritto e diretto il documentario “Un passo dietro l’altro”, è sceneggiatore di “Sa Gràscia” e ha collaborato alla sceneggiatura di “Perfidia”, film diretti entrambi dal regista Bonifacio Angius. I suoi racconti sono stati pubblicati su numerose riviste (Frigidaire, Il Male, Atti impuri) e in diverse antologie.

Per Neo Edizioni Tetti ha pubblicato “I cani là fuori (2009) e “Mette pioggia” (2014) che costituiscono i primi due volumi della trilogia del vento completata appunto con “Grande nudo”. Scrive soprattutto nel suo studio, in via Pettenadu. Uno spazio che condivide con i fumettisti Bruna Enna e Antonio Lucchi e il videomaker Giampiero Bazzu: «È piacevole e stimolante lavorare in questo spazio, accanto a loro – sottolinea Tetti – Avere la possibilità confrontarmi con loro che come me raccontano storie, chiedere pareri. Oltre all'amicizia che ci lega, c'è un'onesta intellettuale. Non ci guardiamo le cose a vicenda per dirci quanto siamo bravi. Ognuno di noi cerca il pelo nell'uovo, solo così possiamo darci una mano».

Dopo Sassari Tetti sarà il 3 dicembre a Cagliari, libreria Ubik, il 14 dicembre ad Alghero, libreria Cyrano, il 16 dicembre a Porto Torres, libreria Koinè.

In Primo Piano
Comunali 2024

Ballottaggio, Tomaso Locci riconfermato sindaco di Monserrato

Le nostre iniziative